Nonostante il Covid-19, esce di casa e minaccia la figlia, arrestato

 
Chiama o scrivi in redazione




Nonostante il Covid-19, esce di casa e minaccia la figlia, arrestato

Nei giorni scorsi la Sala Operativa della Questura veniva allertata attraverso il 113 da una donna residente a Perugia la quale chiedeva aiuto alla Polizia di Stato in quanto suo padre la stava minacciando cercando di forzare il portone di accesso della sua abitazione prendendolo a pugni nel tentativo di sfondarlo.

L’operatore del 113, sentendo la donna terrorizzata, inviava immediatamente sul posto due pattuglie della Squadra Volante senza mai interrompere la comunicazione telefonica con la povera donna dandole precise indicazioni al fine di mettersi in sicurezza e seguendo tutte le dinamiche in diretta fino all’ arrivo dei poliziotti.

Gli Agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico arrivati nel giro di pochi istanti all’abitazione della donna avvertivano immediatamente le urla e le minacce dell’uomo il quale, in uno stato di profonda alterazione, cercava di sottrarsi al controllo degli Agenti, che riuscivano a bloccarlo prima che questi sfondasse la porta.

Dal racconto della donna emergevano delle problematiche familiari le quali si protraevano da tempo, nate da una storia di violenza domestica che aveva portato i vari componenti della famiglia a disgregarsi e ad isolarsi dall’uomo trasferitosi nel frattempo nel nord Italia.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*