Matteo Salvini, da Piazza del Popolo, questo Governo durerà cinque anni



Matteo Salvini, da Piazza del Popolo, questo Governo durerà cinque anni

“Se il buon Dio mi da forza e salute questo governo dura per cinque anni e non per sei mesi”.

Matteo Salvini, leader indiscusso della Lega, è salito sul palco di piazza del Popolo a Roma per salutare i sostenitori riuniti per la seconda grande manifestazione nazionale del suo partito indossando una felpa, quella della Fiamme Oro il gruppo sportivo della Polizia di Stato. Dire che è stato un successo banale, Salvini ha arringato la piazza per lo più a braccio percorrendo, come fa sempre, l’Italia in lungo e in largo, scuotendo poteri forti e non dimenticando nessuno. Nessuno, a partire dalle vite stroncate nelle Marche. Pesa la tragedia di Corinaldo dove hanno perso la vita sei persone ed è stato lo stesso Ministro dell’Interno – che si recherà ad Ancona oggi stesso – ad invitare ad un minuto di silenzio.

C’è stato qualcuno, come il deputato del Partito democratico, Michele Anzaldi, a criticare il fatto che Salvini non abbia annullato, di fronte ad una tragedia nazionale, il suo comizio a Piazza del Popolo a Roma. “Veramente imbarazzante e stupefacente – scrive il Dem su Facebook – una mancanza di rispetto del genere”. Prima di Salvini hanno parlato i suoi ministri e ha voluto sul palco i sindaci della Lega e la nazionale italiana campione del mondo di cucina. Da piazza del Popolo Matteo Salvini ha voluto lanciare un messaggio di “unione”. “Io non mollo”, ha garantito, invitando i sostenitori a “marciare uniti e compatti”.

“Perché cercheranno di dividerci nei prossimi mesi”, ha detto il segretario leghista. “Questa non e’ una piazza che ha tempo da perdere in odio e polemiche. La vita e’ troppo breve. Questa e’ una piazza di unione e speranza. Lasciamo a qualcuna altro le polemiche”, ha affermato “leggendo i giornali la mattina mi accorgo che siete nel giusto perche’ se i portavoce dei poteri forti” ci attaccano, “vuol dire che siamo nel giusto”, ha continuato. “Non molleremo mai vi do’ la mia parola che andremo fino in fondo. Non saranno gli attacchi e le bugie a fermarci”, ha aggiunto.

“Ringrazio Dio e voi – ha detto – per questi sei mesi straordinari che mi avete concesso” come tutore dell’ ordine del Paese. E’ bastato avere un po’ di buon senso e di coraggio e quest’ anno abbiamo risparmiato vite e evitato centomila arrivi. I veri razzisti erano, sono e saranno quelli che pensano di svuotare il continente africano e di trattarlo come una riserva indiana, mancando di rispetto ad una civiltà millenaria”, ha osservato.

L’ Africa “non si aspetta compatimento, da questo governo avrà aiuto vero per crescere, studiare e lavorare senza sradicare popoli e culture che non scappano dalla guerra e la guerra ce la portano magari a San Lorenzo spacciando morte”, ha detto ancora. Ha citato papa Papa Giovanni Paolo II e il Santo è diventato protagonista nell’ intervento di Matteo Salvini come “lucido visionario” sull’ Europa. “O l’ Europa ritrova la sua radice, il suo motivo di crescere nel rispetto reciproco o se e’ quella che si ferma alle ispezioni, allo spread, allo 0,1 e’ destinata a fallire.


Diretta Euronews

Eventi in Umbria

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*