Ma lei per chi vota? A Carlo, il papà di Vincenzo Bianconi

 
Chiama o scrivi in redazione



Ma lei per chi vota? A Carlo, il papà di Vincenzo Bianconi

Cominciamo l’intervista scherzando con Carlo Bianconi – della Bianconi Ospitalità di Norcia – ma, in questa fase, soprattutto padre del candidato del “Patto civico”, Vincenzo. Sia lui, sia l’latro figlio, Federico, non sono voluti mancare a Ponte San Giovanni. Al Cva di piazzale Bellini, c’era il gotha del Partito Democratico. Tutti ad ascoltare il segretario nazionale, Nicola Zingaretti.

© Protetto da Copyright DMCA

Papà Carlo ha detto che la strada presa da Vincenzo è quella giusta. E riconferma quanto detto da Vincenzo nel suo discorso in merito alla trasferta forzata, da ragazzo, a lavorare fuori. Carlo: “Bisogna imparare a soffrire per saper crescere e lavorare bene“.

«Per tre o quattro giorni – dice Carlo – abbiamo sofferto il giusto, ma poi siamo arrivati alla conclusione che la candidatura era la strada da percorrere e lavoreremo tutti per lui. Abbiamo una valanga di difficoltà provocate da sisma – dice ancora – abbiamo tre alberghi da ricostruire, uno solo è rimasto in piedi.  Con il personale che è ancora con noi. non abbiamo licenziato nessuno».

Bianconi si lamenta – e chi sa dargli torto – “volevamo portare le nostre aziende alla riapertura e invece sono tre anni, tre anni di lungaggini…».

E sullo sburocratizzare Carlo Bianconi non ha dubbi, la pensa come il figlio Vincenzo…

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*