Smantellata a Fontivegge banda di spacciatori, trasportavano ovuli di droga



Smantellata a Fontivegge banda di spacciatori, trasportavano ovuli di droga

I Carabinieri di Assisi, con l’indagine Black Channel, hanno stroncato un traffico internazionale di eroina e cocaina. 16 le ordinanze di custodia, 14 delle quali in carcere per altrettanti africani e due con obbligo di presentazione all’autorità giudiziaria. La droga, che arrivava a Napoli, via Prato, Modena, Reggio Emilia e Parma arrivava sulla piazza di Perugia. Tutto è partito quando i militari del maggiore Marco Vetrulli hanno recuperato un piccolo quantitativo di droga in mano da un abitante di Bastia Umbra. Da lì gli investigatori dell’Arma hanno ricostruito il canale di rifornimento.

Gli stranieri sono stati bloccati tra Assisi, Spoleto, Perugia, Treviso, Metaponto, Parma, Modena, Reggio Emilia e Prato. Il settanta per cento dei nigeriani interessati dalle 16 ordinanze di custodia operava a Fontivegge. Dopo essere partiti, con l’aereo dall’Olanda, gli “ovulatori” di eroina e cocaina, arrivavano a Napoli Capodichino e da qui, con autobus della linea Flixbus arrivavano a Perugia. Piazza di spaccio era Fontivegge.

Black Channel, quindi, attraverso l’Italia si appoggiava nell’area più difficile della città di Perugia. E’ qui che i corrieri africani, di ritorno da Napoli dove venivano espulsi i contenitori con la droga, si rifornivano per poi tornare a Perugia a consegnare la droga ai loro “cavalli” che a loro volta spacciavano su piazza. La droga partiva però anche per altre città italiane. Durante Black Channel i carabinieri hanno sequestrato, nel corso del tempo, oltre 15 chilogrammi di sostanza stupefacente, tra eroina e cocaina.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Solve : *
30 ⁄ 10 =