Rassegna stampa video di martedì 9 luglio 2019 UjTV News24 LIVE


Rassegna stampa video di martedì 9 luglio 2019 UjTV News24 LIVE



AUDIO RASSEGNA




Se ti piacciono i nostri video
+++ ISCRIVITI AL CANALE +++


Studente precipita da un muraglione a Perugia, è in rianimazione

da Mario Mariano
Santa Maria della Misericordia
Dramma nella notte nel centro storico di Perugia : uno studente di 24 anni, originario della provincia di Grosseto, è precipitato da un muraglione ed ora si trova ricoverato in Rianimazione in prognosi riservata. Il fatto è accaduto intorno alle 1 della notte scorsa, per cause in corso di accertamento, il giovane è precipitato dall’altezza di sei metri su una piazzola della sottostante via Indipendenza.

L’allarme lanciato da amici di una ristretta comitiva

Scattato l’allarme, lanciato da amici di una ristretta comitiva, che aveva trascorso la serata nelle vie cittadine, gli operatori del 118 hanno trasportato lo studente in sala rossa del Pronto Soccorso del S.Maria della Misericordia.I sanitari hanno disposto la messa in sicurezza del paziente, che è stato intubato è trasferito in Rianimazione.

trauma al bacino e la frattura degli arti

Gli accertamenti hanno evidenziato, tra l’altro, un trauma al bacino e la frattura degli arti. Negli anni scorsi erano accaduti diversi fatti analoghi, come ricordano fonti dell’ospedale: tra questi, uno studente spagnolo che precipitò dallo stesso punto, che ebbe salva la vita dopo numerosi interventi chirurgici ed una studentessa americana, anch’essa che precipitata da una altezza di oltre sette metri, mentre si trovava sul davanzale di una finestra in un appartamento di via Marzia, poco distante dall’ultimo episodio.

La ragazza che è sopravvissuta

Anche quest’ultima sopravvisse dopo oltre due mesi di ricovero, di cui uno nel reparto di Rianimazione. Anche le condizioni dello studente italiano, come riferisce una nota diffusa dall’ospedale, vengono definite “molto gravi “. Sul posto dell’accaduto anche una pattuglia della Polizia di stato.


Non rispetta il divieto di avvicinamento, stalker finisce in carcere

Il Personale della Divisione Anticrimine della Questura di Perugia ha eseguito l’arresto di un cittadino albanese, in esecuzione dell’ordinanza emessa dal Tribunale di Perugia – Ufficio del GIP – con la quale è stata disposta la custodia cautelare in carcere quale aggravamento della misura cautelare del divieto di avvicinamento alla persona offesa.

Tale misura si è resa necessaria in quanto, l’uomo aveva posto in essere azioni persecutorie nei confronti della ex compagna, di nazionalità italiana, costringendola a modificare radicalmente le proprie abitudini di vita.

Nonostante l’emissione della predetta misura cautelare, l’uomo ha più volte violato tale divieto avvicinandosi ripetutamente all’abitazione, soprattutto in orari notturni, ed al luogo di lavoro della persona offesa.

Non soddisfatto l’uomo ha raggiunto, avvicinandosi, la ragazza all’interno di un distributore, cercando di parlarle. La vittima si è rivolta quindi ai poliziotti dell’Ufficio Minori e Vittime Vulnerabili della locale Questura, con cui aveva, ormai da tempo, stabilito un rapporto di fiducia, narrando gli ultimi accadimenti.

Di quanto appreso è stato immediatamente informato il Pubblico Ministero, titolare delle indagini, che ha richiesto al GIP l’applicazione della misura della custodia cautelare in carcere.


Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*