La video rassegna stampa regionale e nazionale sfogliabile del 15 maggio 2018


La video rassegna stampa regionale e nazionale sfogliabile del 15 maggio 2018





Il ministro della Difesa, Elisabetta Trenta, sara’ a Taranto

Il ministro della Difesa, Elisabetta Trenta, sara’ a Taranto il 22 maggio. Lo annuncia Alessandra Ermellino, parlamentare M5s eletta a Taranto e componente della commissione Difesa della Camera. “Era forte la volonta’ del ministro Elisabetta Trenta – dichiara Ermellino – di venire nel capoluogo ionico principalmente per firmare alcuni protocolli d’ intesa a beneficio del territorio tarantino. Quindi qualcosa di realmente concreto per tutti noi”. “Trenta – annuncia la parlamentare M5s – raggiungera’ Taranto per trascorrere una mattinata tra il Castello Aragonese – uno tra i simboli maggiormente rappresentativi della citta’ e della Marina Militare – e la sede del Comune. La Difesa – prosegue – e’ un comparto purtroppo ancora poco noto all’ opinione pubblica ma nevralgico in una citta’ come Taranto e che costituisce, proprio grazie alla forte presenza delle Forze Armate, sparse in tutto l’ entroterra tarantino, una parte cospicua dell’ economia del territorio”.

Taranto ospita infatti la piu’ importante base navale della Marina del Mediterraneo, ha una significativa presenza di personale occupato tra militari e civili ed e’ sede, inoltre, dell’ Arsenale Militare. Si tratta dello stabilimento industriale della Difesa che si occupa dei lavori e delle manutenzioni delle navi e che in questo periodo sta effettuando l’ ammodernamento della portaerei Cavour, nave ammiraglia della flotta.

La Marina e la Difesa sono stati anche coinvolti anche nel rilancio di Taranto attraverso il Contratto istituzionale di sviluppo attraverso tre specifici interventi: la prosecuzione del piano Brin per il potenziamento dell’ Arsenale, la trasformazione in area museale, storica e culturale di una parte dello stesso Arsenale, quella non piu’ funzionale e necessaria alle lavorazioni, e infine l’ uso, per finalita’ di approdo turistico da parte dell’ Autorita’ portuale, della banchina torpediniere nel Mar Piccolo, che era l’ approdo delle navi prima della costruzione della base navale del Mar Grande (in cambio della cessione, la Marina avra’ nuovi attracchi per quattro navi tra gia’ consegnate e in consegna).

In particolare sul progetto museo, dopo la predisposizione della riconfigurazione dell’ area interessata da parte dei ministeri Difesa e Beni culturali, il Cipe ha approvato un finanziamento di 35,45 milioni, di cui 5,7 mln gia’ stanziati alla Marina come prima tranche. Serviranno alla progettazione della mostra storica e artigiana, dell’ officina ex lance e remi e del museo della civilta’ del mare. All’ ultimo tavolo istituzionale su Taranto in Prefettura, quello del 24 aprile che ha visto la presenza dei ministri Di Maio, Costa, Grillo, Lezzi e Bonisoli, hanno partecipato anche rappresentanti della Marina, gli ammiragli Eduardo Serra, comandante del Comando logistico della forza armata che ha sede a Napoli, e Salvatore Vitiello, a capo del Comando marittimo Sud di stanza a Taranto.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*