Incidente ferroviario, treno contro tir, morte due persone linea, tanti feriti

05/24/2018 Incidente ferroviario, treno contro tir, morte due persone linea, tanti feriti  Disastro ferroviario a Caluso, nel torinese, sulla linea Chiavasso-Ivrea: il bilancio provvisorio e’ di due morti e 20 feriti. Alle 23:20 di mercoledi’ 23 maggio, il treno regionale 10027 ha travolto un Tir sui binari , all’ altezza di un passaggio a livello nella frazione di Are’ . Il locomotore ha investito in pieno il rimorchio del camion, deragliando e trascinando con se altri due vagoni che si sono ripiegati su se stessi finendo a ridosso di una casa cantoniera. Una delle due vittime e’ il macchinista, morto sul colpo. L’ altra e’ uno degli addetti alla scorta tecnica del Tir.

GUARDA ANCHE: Incidente sulla 75 Centrale Umbra a Bastia tir schiaccia auto, vivo per miracolo

Tre i feriti in condizioni critiche, compresa la capotreno, ricoverata al Cto di Torino. Ferito in maniera lieve il conducente del mezzo pesante. Tra le ipotesi, un difetto al funzionamento delle sbarre del passaggio a livello o che “l’ autista del camion possa aver forzato il blocco mentre scendevano le sbarre“, ha detto il procuratore capo di Ivrea che coordina le indagini, Giuseppe Ferrando. A bordo del treno, l’ ultimo della giornata su quella tratta, c’ erano tra 40 e 50 passeggeri, ha riferito il comandante provinciale dei carabinieri Emanuele De Santis, molti rimasti incastrati tra le lamiere. Il Tir, con targa lituana, procedeva a passo d’ uomo con l’ ausilio di tecnici a terra quando le sbarre del passaggio a livello si sono abbassate incastrando il cassone del mezzo mentre la motrice aveva gia’ superato i binari.


 

Un palo della luce e’ stato abbattuto e i cavi dell’ alta tensione sono stati tranciati. “Il treno regionale 10027 era composto da 5 vetture e un locomotore – ha precisato Rete ferroviaria italiana – e in seguito all’ urto sono deragliate le tre vetture di testa”. (Agi)

 

 

 

Diretta Euronews

Eventi in Umbria

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*