Violenza carnale su ragazza di 19 anni al Chico Mendes di Terni, video


Violenza carnale su ragazza di 19 anni al Chico Mendes di Terni, video

Una ragazza di 19 anni, italiana, sarebbe stata violentata nella notte tra sabato e domenica scorsa all’interno dei parco “Chico Mendes” di Terni. La famiglia della giovane ha presentato denuncia ai Carabinieri e l’Arma sta indagando sulla vicenda e sembra che i militari siano già sulle tracce del violentatore.

A confermare la violenza ci sarebbero anche i riscontri sanitari dell’ospedale Santa Maria che confermerebbero che la violenza sarebbe stata effettuata con inaudita brutalità.

Da quanto se ne sa a violentare la giovane donna sarebbe stato un ragazzo che l’avrebbe avvicinata con modi cortesi e gentili, poi l’avrebbe convinta a seguirlo ai bordi del parco dove si stava svolgendo una festa. La ragazza, però, avrebbe rifiutato l’invito e lì è scattata la violenza.

Epilogo drammatico di una delle feste d’inizio estate a cui avevano partecipato centinaia di ragazzi.

Il magistrato che coordina le indagini è il sostituto procuratore Barbara Mazzullo, ci sarebbero anche le testimonianze delle amiche della vittima, ma anche delle foto e e dei filmati compresi quelli delle telecamere di sicurezza. Chi l’ha aggredita, dicono i Carabinieri, parlava correttamente l’italiano. Non si esclude che possa, però, anche essere straniero.

Il racconto della giovane: Mentre ballava – ha detto la giovane – ha conosciuto un ragazzo, con il quale è andato a bere qualcosa al bar. Poi, la decisione di fare una passeggiata lontano dalla gente. Lui ha iniziato con le prime avance. Lei ha cercato di resistere ma il ragazzo è diventato sempre più insistente, fino a quando non l’avrebbe buttata a terra per stuprarla.

La prova del dna delle sostanze biologiche non lascerebbe margine di errore.

Terni, in realtà, non si è mai ripresa da un altro episodio gravissimo accaduto nel gennaio 2018, quando una donna, nel buio, fu aggredita e violentata a piazzale Bosco.

La giovane intanto, dopo le cure dei sanitari del Santa Maria, è tornata a casa insieme alla mamma e alle amiche che non l’hanno mai abbandonata.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*