Vinarelli 2018, ecco la 35esima edizione, dall’11 al 20 agosto 2018

Vinarelli 2018, ecco la 35esima edizione, dall’11 al 20 agosto 2018. TORGIANO – Come ogni anno, anche nel 2018 la Pro Loco ed il Comune di Torgiano organizzeranno la manifestazione dei “Vinarelli”, giunta alla 35^ edizione, in programma a Torgiano all’interno dell’ “Agosto Torgianese”, che si svolgerà dall’11 al 20 agosto 2018 e comprenderà, come da consuetudine, manifestazioni legate alla tradizione enogastronomica locale,  con la riscoperta di antiche ricette e gustosi sapori e qualificati eventi culturali legati alla riscoperta ed allo sviluppo del territorio, il tutto su iniziativa della Pro Loco di Torgiano, che festeggia il 50° anniversario della sua fondazione.

L’importante manifestazione artistica, ormai consolidata da tempo nel panorama nazionale, ha conquistato, con il passare degli anni, stima e credibilità per il valore culturale e per l’intuizione originale che l’ha caratterizzata sin dalla prima edizione, consentendole di arrivare a superare il prestigioso traguardo del 35° anniversario dei “Vinarelli”.

E’ infatti con il vino, vitale ed inimitabile prodotto del nostro territorio, che numerosi pittori invitati la sera del 20 agosto, dopo una cena conviviale, diluendo con esso i colori daranno vita a bozzetti scherzosi quanto creativi e a figure vivaci quanto estemporanee, esaltando quel meraviglioso ed affascinante connubio tra arte, cultura e vino. La manifestazione si svolge con le attività che di seguito si elencano:

  1. Zona gastronomia

Si svolge nel contesto di Piazza Mazzini che per l’occasione viene completamente attrezzata con tavoli e panche al fine della consumazione dei pasti, parte della piazza in corrispondenza del parcheggio limitrofo è dotata di copertura con elementi prefabbricati.

L’area viene dotata di strutture Cassa, zona distribuzione, bar per la somministrazione di bevande e magazzini.

  1. Bar Giardini

In tale contesto viene collocata una struttura prefabbricata in legno da adibirsi a bar per la somministrazione di bevande, tavoli per la consumazione piccolo palco per gli spettacoli e pista da ballo di modeste dimensioni

  1. PUB

Lungo Via Rimembranza in prossimità della nuova struttura parrocchiale in un ampia area che affaccia a valle è stata realizzata l’are per il Pub, tale area è dotata di struttura prefabbricata in legno per la somministrazione di bevande, a controrno sono stati posizionati gazebo con struttura portante in alluminio e copertura in pvc.

Inoltre è stato realizzato un palco per l’effettuazione di spettacoli.

  1. Taverna

In piazza della repubblica si provvederà ad allestire un locale per la preparazione di alimenti che poi saranno somministrati nell’adiacente piazzetta Malizia.(evento questo da verificare)

  1. Zona mostre e spettacoli in genere

All’interno del paese sono stati reperiti vari locali e sono stati adibiti a mostre d’arte. Inoltre in vari punti del paese saranno realizzati vari spettacoli di intrattenimento meglio illustrati nel programma allegato.

 Cosa sono i Vinarelli

Il vino, bianco e rosso, vitale ed inimitabile prodotto del nostro territorio diventa anche sostanza con la quale gli artisti diluiscono i colori per dare vita a bozzetti scherzosi quanto creativi ed a figure vivaci quanto estemporanee, esaltando quel meraviglioso ed affascinante connubio tra arte, cultura e vino.

A Torgiano si percepisce e si vive da sempre una atmosfera di armonia che dipende forse da molti fattori. Vi si incontrano due fiumi, il Tevere e il Chiascio; e sono loro che rendono questa terra  fertile e luogo particolare. Fertile per la sua vegetazione, i suoi vigneti e particolare per la luce che la investa e rivela il suo paesaggio, il suo centro storico, le sue case, in modo sempre diverso e sorprendente in ogni stagione, e in ogni momento della giornata.

Certamente questi elementi sono molto influenti e contribuiscono a formare il carattere delle persone che vi sono nate e di quelle che vivono a Torgiano, perché si trovano a poter disporre di una carica di vitalità, di una ricchezza interiore davvero rara e di una creatività pronta ad aprirsi, e darsi generosamente al mondo in mille modi diversi.

Da questo spirito nasce nel lontano 1984 l’idea di organizzare insieme all’amministrazione Comunale di allora e insieme ad alcuni artisti molto conosciuti, un incontro annuale, un convivio, per darsi e per dare un modo di comunicare, di stare insieme intorno ad una bella tavola imbandita per tutelare il gusto della buona cucina e del buon vino locale.

L’iniziativa dei Vinarelli è cresciuta molto nel tempo, anche fuori di questo territorio, perché ha conquistato stima e credibilità, per il valore sociale e per l’essenzialità che l’ha confortata sin dall’origine, tanto che non sono pochi oggi a volerla emulare; e non è la crescita quantitativa che interessa ma è l’esempio di qualità della vita, di prospettiva, che interessa e che è l’oggetto centrale del convivio.

In una regione particolarmente sensibile al recupero e alla rivitalizzazione dei piccoli centri, densi di passato, Torgiano si conferma come una realtà viva, capace di diffondere la conoscenza del territorio e del paesaggio umbro, della sua storia, della sua economia e delle diverse realtà storico-artistiche, che ne hanno maturato l’attuale aspetto, esaltando in particolare la vocazione vitivinicola dell’ambiente.

In questo quadro si inserisce la manifestazione dei Vinarelli, preziosi giochi d’arte, ormai conosciuti ed apprezzati, da un sempre più vasto pubblico di persone attente a quanto si muove nel mondo dell’arte, della cultura e naturalmente nel mondo del vino. Un pubblico che va ben al di là di quella pur nutrita schiera di amici di Torgiano e del suo vino, per la quale l’appuntamento di agosto rappresenta ormai una lieta ed immancabile consuetudine: un motivo forte per stare insieme, per dipingere, per confrontare idee ed esperienze, per divertirsi. Conviviale atmosfera che solo Torgiano, in una sera di agosto, si può vivere e respirare tra tavoli imbanditi di pietanze, di bicchieri di vino, di fogli e colori ed animati da artisti, unici e, soprattutto, da tanti spettatori che insieme agli altri diventano presto protagonisti dell’evento.

Il lavoro che ci apprestiamo a fare da tanti anni a questa parte è quello di continuare la storia dei Vinarelli, e che questa vada in qualche modo raccontata, commentata per non disperdere il senso della continuità di una manifestazione che ha la forza di ripetersi tutti gli anni e al contempo di risultare sempre nuova e spontanea.

Una manifestazione capace di far parlare di sé, tanto per la geniale intuizione del suo esordio, con l’immaginare il vino quale elemento propulsivo dell’espressione artistica ed addirittura componente materiale della stessa, quanto per il suo affermarsi nel tempo come uno degli eventi ancora più originali in un panorama, come quello delle città e dei territori ad alta vocazione enologica, che in tutta Italia promuovono innumerevoli appuntamenti tesi a sottolineare il connubio tra arte, cultura e vino.

Grazie anche ai Vinarelli, Torgiano può così sottolineare la sua natura di Città del Vino, come elemento distintivo in un luogo in cui i valori della qualità, della cultura, della tradizione e del territorio disegnano il profilo di una civiltà che va attentamente custodito e che, al tempo stesso, va sempre alimentato con il gusto delle cose belle e con la creatività. L’evento dei vinarelli si inserisce in un periodo di manifestazioni legate all’Agosto Torgianese.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*