Video sintesi della presentazione del nuovo allenatore del Perugia calcio, Serse Cosmi

 
Chiama o scrivi in redazione


Video sintesi della presentazione del nuovo allenatore del Perugia calcio, Serse Cosmi

«Sono molto felice che questa cosa si capitata nella mia gestione. La storia di questo club è talmente importante ed è grande ciò che ha fatto questo personaggio per il Perugia calcio e per me, come presidente, è un orgoglio poter lavorare insieme a lui». Lo ha detto il presidente del Grifo, Massimiliano Santopadre durante la conferenza stampa di presentazione del nuovo mister del Perugia, appunto, Serse Cosmi.

«E’ successo dopo un po’ di tempo – dice il presidente – e sapete benissimo che io non ho nessun tipo di preclusione per nessun allenatore e per nessuna persona. Credo questo sia l’anno giusto (per Serse Cosmi ndr) e con Roberto Goretti ci siamo concentrati sul suo modo di lavorare e sul modo che Serse ha di fare calcio».

Una decisione, per tanto, non presa sull’onda dell’emozione e del consenso che Mister Cosmi riscuote in città, ma una volontà di far bene e di affiancare al Perugia che, è in odor di play off, l’allenatore giusto al momento giusto.

«Sono convinto – ha detto ancora . che questa rosa ci possa dare notevoli soddisfazioni con questo allenatore». Ovvio il presidente non nasconde la componente emotiva e di entusiasmo, ma sono componenti che non bastano, serve lavorare bene.

C’è, certo, molta stima sulla figura di allenatore ed è su questo che Santopadre è stato chiaro: “Il futuro ci dirà se la scelta che abbiamo fatto con Goretti è stata giusta o meno.

Perugia calcio, Serse Cosmi: «Sono tornato a casa»

A distanza di 16 anni “L’uomo del fiume” è tornato sulla panchina perugina. Massimiliano Santopadre, presidente del Perugia, parla in conferenza stampa della scelta di puntare su Serse Cosmi.

“E’ tornato a casa sua, sono felice che questa cosa sia capitata nella mia gestione. Ha fatto davvero tanto per il Grifo e credo che questo sia l’anno giusto per lavorare insieme. La parte emotiva è importante, ma questa va supportata anche dal lavoro sul campo. Non conosco Serse a fondo, ma come allenatore so come lavora. Abbiamo cenato insieme a Milano e gli ho spiegato che non avevo preclusioni nei suoi confronti. A lui chiedo di non perdere al Curi, sono troppe volte che accade, deve diventare un punto di forza, altre cose non le chiedo”.

Sono passati vent’anni dalla prima volta di Serse Cosmi sulla panchina del Perugia. “Per me è importante essere qui, sono tornato a casa mia – ha detto Serse Cosmi in conferenza stampa. Non so se sono più emozionato oggi o allora, con il passare degli anni si fa più fatica a combattere l’emozione. Ringrazio il presidente e il coraggio che ha avuto, un ringraziamento che sarà eterno perché mi ha ridato un qualcosa che pensavo stesse svanendo. Allenare è un conto, allenare il Perugia è un altro. Un ringraziamento anche a Oddo, che è stato mio giocatore ed è un amico, mi fa partire non dall’ultimo posto come mi è capitato spesso ma dall’ottavo e questo è un fattore importante. Sono venuto qui perché oltre a tanti bei momenti ne ho vissuto uno molto brutto, la retrocessione in Serie B a Firenze. Ho avuto altre esperienze, anche belle, ma quell’addio dopo quella sconfitta mi ha rovinato in tutti questi anni. Non voglio essere presuntuoso ma sento di avere dentro quello che il presidente stava cercando”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*