Una luce per l’Umbria al tempo del coronavirus, ce la faremo

 
Chiama o scrivi in redazione




Una luce per l’Umbria al tempo del coronavirus, ce la faremo

Da ieri sera il cielo di Perugia si è tinto dei colori dell’Italia. Per 15 giorni, dal crepuscolo fino alle ore 23, verrà proiettato dalla Torre degli Sciri un fascio di luce tricolore verso il cielo in segno di speranza e resilienza in questo difficile momento del nostro paese. L’installazione dell’Elettrica Valeri, storica azienda umbra di impianti tecnologici, è stata donata alla città e ieri sera ha illuminato con il tricolore il cielo silenzioso di Perugia. Insieme al tricolore sono risuonate, dalla Torre degli Sciri, le note dell’inno di Mameli e il Va pensiero di Giuseppe Verdi.

Il Sindaco Romizi ha dichiarato: “Alzando lo sguardo verso il tricolore riusciremo idealmente a sentirci tutti più vicini in questo momento in cui la distanza fisica e l’isolamento sociale sono le regole fondamentali per superare l’emergenza sanitaria.”

Questa luce nei nostri cieli diventa un segno di speranza, di forza, di coraggio, di unità e di vicinanza da rivolgere soprattutto a chi sta combattendo questa battaglia in prima linea: “il personale sanitario nelle strutture ospedaliere d’Italia.”

L’azienda Elettrica Valeri insieme a PA Social Umbria e il Comune di Perugia ha aderito alla raccolta fondi per l’ospedale S.Maria della Misericordia di Perugia impegnato in prima linea per l’emergenza COVID-19 su https://www.gofundme.com/f/raccolta-fondi-s-maria-della-misericordia-perugia.

Ringraziamenti speciali vanno all’Assessore Margherita Scoccia per l’impegno e la sensibilità mostrata, all’Associazione Via dei Priori e alla Presidente Maria Antonietta Taticchi, alla Luna Geber Engineering, alla New Light Full Service e alla Urban Event per il supporto tecnico.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*