Un Natale da Favola, quest’anno a Perugia, si comincia con il Funambolo

Un Natale da Favola, quest’anno a Perugia, si comincia con il Funambolo Perugia, quest’anno sarà un Natale da Favola, si comincia con il Funambolo Sarà un “Un Natale da favola” quello che Perugia si appresta a festeggiare, con tante animazioni ed iniziative che prenderanno il via sabato 8 dicembre fino all’Epifania, nel centro storico della città.

Quattro i temi principali -le Favole, i Canti di Natale, i Borghi e Le atmosfere di Natale- che faranno da filo conduttore tra le varie piazze, vie e luoghi del centro, capaci di creare un’atmosfera magica, di far sognare i più piccoli e anche tutti quelli che a Natale tornano a sentirsi un po’ bambini.

Il Natale di Perugia sarà, dunque, a misura di famiglia, ideato in linea con le politiche Family friendly dell’Amministrazione comunale e realizzato grazie al contributo e alla collaborazione della Regione dell’Umbria, Assessorato al Turismo, della Camera di Commercio di Perugia e del Consorzio Perugia in Centro, con il prezioso contributo delle associazioni dei residenti del centro storico.

LA CONFERENZA STAMPA – Tutte le iniziative e i tantissimi appuntamenti in programma a partire dall’8 dicembre fino al 6 gennaio 2019 sono stati presentati questa mattina nel corso di una conferenza stampa a Palazzo dei Priori, alla quale hanno preso parte l’assessore al Commercio, Artigianato e Mobilità del Comune di Perugia, Cristiana Casaioli, l’assessore alla Cultura, Turismo e Università Teresa Severini, l’assessore alle Politiche sociali e Pari Opportunità Edi Cicchi, il Presidente del consorzio Perugia in centro, Sergio Mercuri, Mauro Morosetti in rappresentanza della Regione dell’Umbria, Servizio Turismo, Gianfranco Faina, Coordinatore del tavolo delle Associazioni del Centro storico, Mario Mirabassi, direttore artistico del Tieffeu e i vari partner dell’evento.

“Il nostro obiettivo – ha detto l’assessore Casaioli – è quello di far rivivere i valori e la magia del Natale sia ai perugini che ai turisti, che ci auguriamo arrivino in tanti in un centro storico reso ancora più attrattivo. Vi è stato  – ha proseguito- un vero e proprio risveglio dei cittadini stessi, che hanno contribuito con grande impegno ad arricchire il calendario di eventi. Lo testimonia anche la partecipazione al programma delle tante iniziative nei borghi e nei paesi del territorio, oltre che nel centro di Perugia. Per noi, come amministrazione, -ha concluso- questo fermento è il più bell’augurio che possiamo fare alla città. ”

L’assessore ha, quindi, ricordato la possibilità di visitare, nel periodo natalizio, le botteghe artigiane e i laboratori del centro: “E’ l’occasione –ha detto- per entrare nel vivo del processo creativo, osservare tecniche e maestria, conoscere materiali e stili, assistere all’esperienza del fare tra tradizione e continua innovazione. Insomma, di conoscere in modo unico quelle che sono le eccellenze che ci caratterizzano e ci distinguono.”

“Perugia sta diventando comune Family Friendly, -ha tenuto a sottolineare l’assessore Cicchi – a dicembre avremo la certificazione formale e, per questo, abbiamo lavorato, in maniera trasversale, per rendere davvero questo natale più a misura di famiglia. Essere family friendly significa far si che tutti i bambini abbiano opportunità adeguate all’interno della città in cui abitano, con servizi per loro e per le famiglie, considerate veri e propri soggetti di sviluppo economico. In questo modo –ha concluso- il Natale di Perugia sarà ancora più attrattivo per le famiglie anche da un punto di vista turistico.”

La collaborazione tra istituzioni, enti, aziende, associazioni è stata sottolineata anche dall’assessore Severini, che ha ribadito la volontà di offrire “un Natale più intimo, capace di far rivivere i valori della tradizione, arricchiti da un interessante fermento culturale della città stessa.”

Come detto, quest’anno, il Natale di Perugia è stato in parte finanziato dalla Regione dell’Umbria (30 mila euro che si aggiungono ai 37mila investiti dal Comune) nell’ambito della campagna di comunicazione avviata dalla Regione stessa per il periodo.

“Anche quest’anno – ha spiegato Morosetti – abbiamo scelto di portare avanti una campagna di comunicazione nelle grandi città, per promuovere il Natale e non solo, con un investimento complessivo di 700mila euro. 180mila euro sono stati stanziati per finanziare i progetti dei vari comuni dell’Umbria, ne abbiamo finanziati 9, tra cui Perugia.”

Un invito, dunque, a venire in centro è stato fatto dal Presidente del Consorzio Perugia in centro, Sergio Mercuri, che ha sottolineato le tante novità di questo natale. “E’ fondamentale –ha detto Mercuri – che le famiglie e i giovani si rimpossessino del centro storico, che lo frequentino ed è altrettanto importante l’attenzione che l’amministrazione riserva alle famiglie stesse, anche con iniziative come il Natale. Sarà un centro ancora più bello –ha concluso- grazie alle tante iniziative sul tema delle favole e alle decorazioni natalizie alle quali stiamo lavorando.” Mercuri ha quindi ricordato l’interesse crescente degli operatori per partecipare al Natale alla Rocca, il tipico mercatino natalizio all’interno della Rocca Paolina, oltre che per i mercatini di Natale allestiti quest’anno in piazza della Repubblica e in Corso Vannucci.

Analogo invito anche da parte del Presidente Faina, che ha tenuto ad evidenziare lo sforzo dei residenti e delle associazioni per la rivitalizzazione del centro storico. “Abbiamo voluto conservare e valorizzare le tradizioni del Natale –ha spiegato- per far si che non solo i turisti, ma soprattutto i perugini tutti tornino in centro a riscoprire la città e le radici dell’essere perugino. Oltre 40 eventi sono stati organizzati dalle associazioni, con contenuti diversi, dalla tradizione del presepe alla solidarietà, dai concerti agli spettacoli, fino ai tanti momenti di festa da condividere tutti insieme.”

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*