Umbria Jazz ritorna a Terni e lo fa alla grande

Si parte venerdì 14 con “Altissima Luce” il Laudario di Cortona secondo Paolo Fresu e Daniele di Bonaventura

 
Chiama o scrivi in redazione


Umbria Jazz ritorna a Terni e lo fa alla grande TERNI – Dopo oltre vent’anni Umbria Jazz ritorna a Terni e lo fa alla grande. Nel periodo di Pasqua, dal 14 al 17 aprile, andrà in scena l’Umbria Jazz Spring. Oggi nella sede della Fondazione Carit si è svolta la conferenza stampa di presentazione del Festival alla quale ha partecipato, tra gli altri, il direttore artistico del Festival Carlo Pagnotta che ha risposto così ha chi gli ha fatto notare la lunga assenza di Umbria Jazz in città. Umbria Jazz,vuole coniugare due aspetti: proporre buona musica e far crescere la conoscenza del jazz, da un lato; promuovere il territorio con il turismo di qualità, dall’altro. Questo, in un momento difficile per l’Umbria, colpita dal terremoto.

© Protetto da Copyright DMCA

Ma andiamo nel dettaglio. Si parte venerdì 14 con “Altissima Luce” il Laudario di Cortona secondo Paolo Fresu e Daniele di Bonaventura in programma nella chiesa di San Francesco alle ore 21.30. Il giorno seguente alle 16 all’Auditorium Gazzoli c’è Piero Odorici Trio “Connection” feat. Darryl Hall & Roberto Gatto mentre all 17.30 all’Auditorium Gazzoli spazio al Chico Freeman Plus+Tet, infine alle 21 presso il Teatro A del Centro Multimediale si esibiranno Sammy Miller & The Congregation.

Domenica sera alle 21 spazio al London Community Gospel Choir ala Cattedrale di Santa Maria Assunta mentre alle 22 al Teatro A del Centro Multimediale sarà la volta degli Incognito. Lunedì la chiusura di Umbria Jazz Spring Terni è affidata a Gino Paoli & Danilo Rea alle 21.30 al Teatro Secci. Durante questi 4 giorni non mancheranno le street parade in centro storico dei Funk Off così come i replay di alcuni concerti per un programma davvero ricco e accattivante.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*