Torre San Severino di Spello restituita alla città

Torre San Severino di Spello restituita alla città. Un altro importante bene culturale è stato restituito alla città di Spello. Domenica 5 agosto si è svolta la cerimonia inaugurale di Torre San Severino ubicata a pochi passi dalla porta dell’Arce e comunemente chiamata dei “Cappuccini” o “Albornoziana”.

Il consolidamento strutturale, reso possibile grazie al consistente impegno dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia che ha contribuito con la somma di 140 mila euro a cui si è aggiunto il cofinanziamento del Comune di Spello di 10 mila euro, ha permesso la riqualificazione di un bene di natura storica, artistica e monumentale risalente al 1457.

Dopo i saluti del sindaco Moreno Landrini, di Luca Barberini, assessore regionale alla Salute, alla Coesione sociale e al Welfare e di Giampiero Bianconi, Presidente Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia e di altre autorità, si è svolto il concerto Movie Music Ensemble della Filarmonica Properzio di Spello.

A seguire la visita guidata di Torre San Severino e del Convento dei Cappuccini a cura di Sistema Museo, mentre nel Chiostro del Convento è stato possibile ammirare una esposizione di foto d’epoca curata dal Circolo Foto Amatori Hispellum.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*