Torino-Lione, Tav, approvata la mozione del consigliere Ricci, video



Torino-Lione, Tav, approvata la mozione del consigliere Ricci, video

Approvata a maggioranza, con 14 voti favorevoli e 2 contrari (Carbonari-M5s e Solinas-misto-MDP), la mozione del consigliere regionale Claudio Ricci (misto Rp Ic) che impegna l’Esecutivo di Palazzo Donini a “sostenere la realizzazione della tratta ferroviaria ad alta velocità Torino-Lione (Tav)”.

Nella sua illustrazione RICCI ha spiegato che “SENZA LA TRATTA TORINO-LIONE, L’ITALIA E L’UMBRIA SAREBBERO ISOLATE DAI QUATTRO CORRIDOI E DALLA RETE EUROPEA AD ALTA VELOCITÀ FERROVIARIA”. Inoltre, il blocco dei lavori “vanificherebbe l’avvio dei servizi ad alta velocità da Perugia in quanto arrivati a Torino non si potrebbe utilizzare una rapida connessione con l’Europa. La sospensione dei cantieri provocherebbe un danno enorme, anche economico, con una penale da 2miliardi e oltre 8mila posti di lavoro a rischio tra occupazione diretta e indotto.

Il mondo socio economico, umbro e italiano, si deve quindi mobilitare per il completamento dell’infrastruttura. Vi sono poi altre considerazioni non meno importanti, a partire dall’impatto ambientale: la riduzione del gas-serra ogni anno con questa opera sarà pari a quello prodotto da una città con 300mila residenti. Ricci ha citato anche un accordo franco-tedesco su misure strutturali che prevede addirittura un lavoro comune e in compresenza dei ministri di entrambi i Paesi, evidenziando l’importanza di tale strategia e la distanza da quanto accade in Italia in materia di infrastrutture”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*