Todi Festival, botta e risposta tra il candidato Ruspolini ed il direttore artistico Guarducci

Il tutto è cominciato ieri con una nota scritta da candidato sindaco il merito al festival

 
Chiama o scrivi in redazione


Todi Festival, botta e risposta tra il candidato Ruspolini ed il direttore artistico Guarducci

TODI – Botta e risposta tra Adriano Ruspolini, candidato per la Lega Nord a sindaco di Todi, ed Eugenio Guarducci nella sua funzione di direttore artistico del Todi Festival. Il tutto è cominciato ieri con una nota scritta da candidato sindaco il merito al festival: “La Marini non si smentisce e strumentalizza il suo ruolo per andare ancora una volta in soccorso al sindaco uscente Rossini, ormai a corto di idee e privo di risultati concreti da presentare ai cittadini”. “Costi alti e ritorni praticamente nulli per il territorio – continua Ruspolini – stiamo parlando di un evento che va ridefinito e riprogrammato in maniera seria per arrivare ad un rapporto positivo tra spesa pubblica e rientro in termini di turismo, strutture ricettive e immagine. Per come è stato predisposto il Festival rappresenta un “affare” solo per chi lo organizza, guarda caso, i soliti noti”.

Non si fa attendere la replica di Eugenio Guarducci che ha dichiarato: “Signor Ruspolini non entro nel merito politico della sua nota critica mentre mi interessa la sua convinzione che il Todi Festival sia un affare per i soliti noti che lo organizzano. Bene sono pronto a condividere con lei il 50% del risultato economico di questa prossima edizione. Mi contatti pure a info@todifestival.it

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*