Tg politico, edizione del 31 gennaio 2020 Agenzia DIRE Italia

 
Chiama o scrivi in redazione



Tg politico, edizione del 31 gennaio 2020 Agenzia DIRE Italia


CORONAVIRUS, DECISO LO STATO D’EMERGENZA

Il governo dichiara lo stato di emergenza nazionale per rischio sanitario da coronavirus, della durata di 6 mesi. Previsto anche uno stanziamento iniziale di 5 milioni di euro. E’ la seconda volta che il governo dichiara lo stato di emergenza per rischio contagio, dopo l’emergenza Sars del 2003. In questo modo Palazzo Chigi potra’ esercitare i “poteri sostitutivi” degli enti locali in situazioni di particolare rischio, consentendo alla protezione civile di emanare le opportune ordinanze. Non si placa la polemica politica. Matteo Salvini denuncia ritardi nei controlli e chiede che chi ha sbagliato paghi. Molte voci in maggioranza gli chiedono di non alimentare paure.

IL PIL FRENA, GUALTIERI CONFIDA NEL RILANCIO

Nel quarto trimestre del 2019 la crescita ha subito una battuta d’arresto, si stima che il pil sia diminuito dello 0,3% rispetto al trimestre precedente. Il ministro dell’Economia, Roberto Gualtieri, ha detto di confidare ora “in un rimbalzo positivo nel primo trimestre del 2020”. Per il segretario della Cgil Maurizio Landini “è sotto gli occhi di tutti che bisogna far ripartire gli investimenti”. Intanto, al Mef è stato presentato il rapporto Ocse sul mercato italiano dei capitali. Secondo il segretario generale Angel Gurria, la riforma del settore potrebbe sostenere maggiormente le imprese e la crescita.

PIU’ VELOCI I FONDI PER GLI AFFITTI

Arriveranno più velocemente i fondi alle famiglie che non riescono a pagare l’affitto. Lo assicura la ministra dei Trasporti e delle Infrastrutture Paola De Micheli che, intervenendo ad un convegno della Cgil, sottolinea che il fondo è stato rifinanziato. Il Ministero ha però deciso di modificare il bando per accelerare i tempi perché, sottolinea De Micheli, “allo stato attuale spesso le famiglie ricevono i fondi quando sono già state sfrattate”. La modifica riguarda le graduatorie dei Comuni che saranno aggiornate ogni tre mesi.

FDI RIVENDICA: SU TAGLIO PARLAMENTARI SOLO NOI COERENTI

Col referendum sulla riduzione dei parlamentari vengono buttati trecento milioni di euro perche’ e’ chiaro cosa pensano gli italiani. A dirlo il capogruppo di Fratelli d’Italia Francesco Lollobrigida che in un’intervista alla Dire rivendica la coerenza del suo partito: “Solo noi abbiamo votato per 4 volte a favore del taglio e non abbiamo sottoscritto questo inutile referendum”, dice Lollobrigida. Il partito di Giorgia Meloni accoglie con grande soddisfazione i risultati delle scorse regionali e si prepara ad esprimere propri candidati alla presidenza, ad esempio in Puglia e nelle Marche. “Noi siamo stati leali, ora lo siano gli alleati”, dice Lollobrigida.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*