Terremoto Ischia i Vigili del fuoco estraggono e salvano bambini dalle macerie

Polemiche sulle costruzioni abusive, i sindaci: "Non c'è connessione con i crolli"

 
Chiama o scrivi in redazione


Terremoto Ischia i Vigili del fuoco estraggono e salvano bambini dalle macerie

Il sisma di magnitudo 4 è stato registrato alle 20.57 di ieri sera. I soccorritori nella notte hanno estratto vivo dalle macerie il piccolo Pasquale, mentre due bimbi sono rimasti intrappolati sotto il letto. Uno di loro è stato liberato intorno alle 11 del mattino, il secondo è ancora bloccato. Circa 1050 le persone che hanno lasciato l’isola. Polemiche sulle costruzioni abusive, i sindaci: “Non c’è connessione con i crolli”. Il verde Bonelli: “Ora stop a legge Falanga”.

© Protetto da Copyright DMCA

Padre, madre e tre figli, tutti salvi grazie al lavoro svolto dai Vigili del fuoco. L’applauso liberatorio di cittadini e soccorritori è arrivato alle 13.10, quando il piccolo Ciro (11 anni) è stato tirato fuori dalle macerie. Il bambino era rimasto imprigionato sotto il letto dopo avere messo al sicuro il fratellino Mattias, estratto dalle macerie della sua casa prima del fratello più grande.

In base al racconto di uno dei pompieri che hanno partecipato alle operazioni di salvataggio, infatti, “È stato Ciro a salvare il fratellino Mattias. Dopo la scossa lo ha preso e lo ha spinto con lui sotto al letto, un gesto che sicuramente ha salvato la vita a entrambi. Poi con un manico di scopa ha battuto contro le macerie e si è fatto sentire dai soccorritori”.

I due bambini erano rimasti intrappolati sotto le macerie a pochissima distanza l’uno dall’altro. Gli scavi dei Vigili del Fuoco sono stati guidati passo dopo passo dai due bambini, che in attesa di essere tirati fuori dalle macerie hanno parlato tra di loro durante le lunghe ore che hanno preceduto il loro ritrovamento.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*