Studenti del Liceo Alessi di Perugia protestano contro dirigente


Scrivi in redazione



Studenti del Liceo Alessi di Perugia protestano contro dirigente

Una chiara presa di posizione da parte del corpo studentesco nei confronti del dirigente scolastico Laura Carmen Paladino, alla guida del liceo scientifico dall’inizio di quest’anno.

Motivi che fanno da base per una manifestazione che è stata organizzata per questa mattina. Tutto questo ha origine in seguito alle dimissioni dei due componenti dello staff di presidenza.

Mercoledì ci sono state quelle di Catia Maria Crisafi (collaboratrice vicaria del dirigente scolastico e da anni punto di riferimento della scuola e continuità quando c’è un cambio di dirigente), ieri quelle di Fausto Caporali (collaboratore del dirigente scolastico).

I ragazzi questa mattina hanno espresso il disagio accusato durante l’ultimo anno scolastico.

Queste le ragioni della protesta:

* Scarsa presenza della dirigente durante l’orario scolastico
* Difficoltà degli studenti nel comunicare con la dirigente
* Scarsa efficienza nell’organizzazione di viaggi d’istruzione e progetti
* Lentezza nella ratificazione o assenza nell’attuazione dei provvedimenti presi dagli organi collegiali
* Disinformazione della dirigente riguardo all’istituto emersa negli open day
* Mancata definizione delle linee guida generali relative alla scelta delle materie interne all’esame di stato

Come Altrascuola – Rete degli Studenti Medi Perugia sosteniamo ed appoggiamo la protesta! Gli studenti denunciano tra le altre cose un’assenza prolungata della dirigente durante l’orario scolastico, grosse difficoltà nel comunicare con lei, una scarsa efficienza nell’organizzazione dei viaggi d’istruzione e dei progetti e nell’attuazione dei provvedimenti presi dagli organi collegiali. La goccia che ha fatto traboccare il vaso però, è stata la sospensione delle giornate flessibili e delle attività extracurriculari, motivabile solo come un eccesso di zelo nel rispondere all’emergenza medica nazionale, di cui riconosciamo la gravità e per la quale esprimiamo solidarietà ai territori colpiti. Non possiamo però cedere alla logica della paura, per cui, in totale autonomia rispetto alle direttive già diramate dal Ministero per la gestione di quest’ultima viene presa una decisione che non ha alcuna ripercussione dal punto di vista sanitario. Le modifiche della didattica, infatti, non influiscono in nessun modo nella gestione sanitaria dell’emergenza. Dichiara Eugenio Ranfa, coordinatore di Altrascuola – Rete degli Studenti Medi Perugia: «Di fronte a una conclamata situazione di mala gestione, gli studenti dell’Alessi hanno bisogno di reali risposte, non si può più aspettare! Non è nostra intenzione abbandonarli in questa battaglia: saremo sempre e per sempre dalla parte degli studenti!».

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*