Simona e Lorenzo ci guidano nel parco del buco a Perugia, zona Fontivegge

Simona e Lorenzo ci guidano nel parco del buco a Perugia, zona Fontivegge

Il luogo dove Lorenzo e Simona ci “portano” oggi non è lontano dal centro nevralgico dello scalo ferroviario di Fontivegge di Perugia. Né molto distante da Villa Buitoni (zona Casebruciate), anzi diciamo proprio che quest’altro luogo “oscuro” si trova proprio sulla via che costeggia Parco cromatico che è a fianco della ferrovia del Minimetrò.

I nostri due preziosissimi “inviati” – in particolare Lorenzo Brunetti inquadra ,con la telecamera dello smartphone, il vialetto che porta alla dimora dei Buitoni. E, seguendo Simona, si imbattono subito nel degrado e nell’area con tutti i “reperti” dei buchi dei tossici.

Lorenzo Brunetti

Un “tappeto” di siringhe usate, qualcuna ancora sporca di sangue, contenitori fiale con acqua distillata, qualche confezione aperta di preservativi. Insomma c’è di tutto a testimoniare i festini, forse notturni o del tramonto, che si svolgono in quel posto.

«Nessuna telecamera – dicono i nostri inviati -, luogo riparato da occhi indiscreti…».

Tra gli arbusti una decina di siringhe, poi trovano una carta di credito e una tessera sanitaria. Sulla base del nome e della data di nascita che, per ragioni di privacy abbiamo oscurato, siamo riusciti a risalire alla persone che è intestataria del documento. Non umbra e abbiamo cercato, via mail, di rintracciarla.

Forse si tratta di un qualcuno cui sono stati sottratti i documenti.

Subito dopo Lorenzo e Simona riprendono il vialetto dove uno straniero li manda, letteralmente, a quel paese. Chissà perché.

 

Vincenzo Bianconi

Valerio Mancini

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Solve : *
1 × 24 =