Salvini: «Sul censimento rom non mollo».Poi frena


Salvini: «Sul censimento rom non mollo».Poi frena l ministro dell’Interno ribadisce la proposta di lunedì. «Prima gli italiani e la loro sicurezza» cinguetta su Twitter. E annuncia: «Già abbattuta una casa abusiva in un campo Sinti». In serata corregge il tiro: «La priorità? La sicurezza» «Censimento dei Rom e controllo dei soldi pubblici spesi. Se lo propone la sinistra va bene, se lo propongo io è razzismo. Io non mollo e vado dritto!». Così il ministro dell’Interno Matteo Salvini su Twitter, rispondendo alle polemiche sulla sua dichiarazione di lunedì e citando la nota con cui la giunta di Milano puntava a «includere le famiglie e i bambini, superando ogni forma di discriminazione e di negazione della dignità della persona umana» e a «contrastare forme di irregolarità e illegalità» (qui l’altro precedente). Interpellato in Senato, ha poi escluso che si tratti di un’iniziativa su «base etnica» parlando di «questione semantica». E, sulla questione censimento dei campi rom frena: «Non è una priorità, le priorità che abbiamo sono altre, la sicurezza, l’immigrazione, il terrorismo e la lotta alla mafia», ha precisato, affermando che i censimenti si faranno «in accordo con i Comuni».

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*