RisorgiMarche terminata 3a edizione a Macereto intervista a Neri Marcorè


RisorgiMarche terminata 3a edizione a Macereto intervista a Neri Marcorè

di Barbara Olmai
Mercoledì 7 agosto con il concerto di VINICIO CAPOSSELA a Macereto, è terminata la terza edizione di Risorgi Marche e probabilmente è terminata anche una stagione per questo evento, nel format che siamo stati abituati a conoscere. “Non ci poteva essere conclusione migliore” ha dichiarato il suo ideatore, il direttore artistico @Neri Marcorè FanPage nell’intervista che potete ascoltare, realizzata a fine concerto dopo aver atteso che Neri salutasse fino all’ultimo dei suoi estimatori.


Emozionato, un po’ felice e un pò triste, come chi sa che anche le cose belle hanno una fine, Neri ha ringraziato lo staff, il direttore esecutivo Giambattista Tofoni e soprattutto chi ha onorato #risorgimarchecon la sua presenza. Marcorè ha vissuto completamente ogni evento, si è calato nei problemi e, insieme agli altri, ognuno nel suo ruolo, ha risolto le questioni complicate, è riuscito a spostare migliaia di persone e farle salire nei luoghi tra i più belli dell’ Appennino marchigiano.


Senza dire troppo ha annunciato alcune novità, cambiamenti per il prossimo anno. Ma ora è tempo di riposarsi, di proteggere “la grazia del cuore” anche dagli attacchi di chi non ha compreso le motivazioni di RisorgiMarche o non le condivide.


Ora è tempo di restituire alla lenta riflessione tutto il vissuto nelle tre edizioni del format itinerante e di unirsi in un solo canto di speranza per il futuro e per il presente. Il canto è per una ricostruzione che deve cominciare. La ricostruzione sarà la vera resurrezione per questi luoghi e per la gente che li vive e per chi li ama, per chi li guarda con occhi colmi di gratitudine mentre ad alta quota, qualcuno canta le alterne vicende della vita.


Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*