Rassegna stampa, leggi, sfoglia e scarica sabato 29 febbraio 2020

 
Chiama o scrivi in redazione



Rassegna stampa, leggi, sfoglia e scarica sabato 29 febbraio 2020



Coronavirus, due positivi in Umbria, ecco dove sono stati e chi hanno frequentato

I primi positivi in Umbria al coronavirus sono un agente di commercio quarantenne di Foligno e un dipendente statale trentenne di Montecastrilli. La comunicazione ufficiale è arrivata ieri dalla regione Umbria.

Il commerciante nei giorni scorsi si è recato a Carpi, nel Modenese per lavoro, l’altro sarebbe entrato in contatto con un residente di Castiglione d’Adda durante un soggiorno a Roma ma sembra abbia anche svolto un corso di aggiornamento professionale al Nord.

Entrambi erano già in isolamento fiduciario nelle rispettive abitazioni da alcuni giorni ma da ieri c’è un’ordinanza del sindaco, delle rispettive cittadine, che gli intima di restare in casa insieme ai familiari.

LEGGI ANCHE: Coronavirus, due casi positivi a Foligno e Montecastrilli

LEGGI ANCHE: Coronavirus, primi due casi in Umbria, ma scuole resteranno aperte

Il folignate al rientro da Carpi ha accusato un lieve stato di malessere, questo ha fatto scattare il protocollo di prevenzione previsto per il coronavirus. E’ stato lo stesso a contattare il suo medico personale e a spiegargli tutto. Il medico ha attivato il protocollo segnalando il tutto al Dipartimento di prevenzione territoriale che, in questo caso, fa capo alla Usl Umbria 2. E’ scattato l’isolamento fiduciario domiciliare con l’effettuazione del tampone con prelievo domiciliare. L’uomo manifesta sintomi lievi e sta attendendo l’esito del secondo tampone che dovrebbe arrivare oggi. La condizione di salute del paziente è sotto controllo e non desta particolare preoccupazione. In caso di complicazioni il folignate accederebbe all’ospedale Santa Maria a Terni. Si sta ricostruendo la rete delle persone con cui l’uomo è venuto a contatto.

Il dipendente statale di Montecastrilli ha dato l’allarme al ritorno da un corso di formazione a Roma, dopo aver pranzato con un collega proveniente da Castiglione d’Adda (Lodi). L’uomo, 31 anni, ha avvertito dei leggeri sintomi influenzali e ha deciso di porsi in isolamento domiciliare volontario e ha seguito tutte le indicazioni stabilite dal Ministero della Salute. Anche in questo caso ha immediatamente contattato il medico di famiglia e il responsabile di dipartimento di prevenzione territoriale. E’ stata così attivata la procedura con il primo tampone a domicilio inviato al laboratorio di microbiologia di Perugia. Oggi sarà ripetuto il test. L’uomo sta bene, solo in caso di nuova positività scatteranno eventuali provvedimenti sanitari ulteriori.

Il sindaco di Montecastrilli, Fabio Angelucci, ieri sera, saputa la notizia, si è subito recato in Prefettura per recepire le direttive in caso di conferma del test positivo.

La Direzione regionale alla Sanità ha ricordato che i casi di Foligno e Montecastrilli sono casi d’importazione di infezione da coronavirus, non riconducibili dunque a focolai locali e, pertanto, la regione non ha stabilito la chiusura delle scuole.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*