Rassegna stampa dell’Umbria lunedì 29 luglio 2019 UjTV News24 LIVE


Rassegna stampa dell’Umbria lunedì 29 luglio 2019 UjTV News24 LIVE


Solo audio





Riprese le ricerche del diciannovenne disperso in mare a Porto Cesareo

Sono riprese questa mattina le ricerche del 19enne (M.U.) disperso ieri a Porto Cesareo, in località Scalo di Furno, nella baia delle Dune, in provincia di Lecce. Il ragazzo era in vacanza con la famiglia e stava facendo il bagno insieme al papà e al fratellino di 8 anni, quando è stato travolto dalle onde. Il dramma si è consumato sotto gli occhi della mamma, rimasta a riva.

Erano da poco passate le 15, quando il 19 enne, il papà e il fratellino sono entrati in acqua. Si sono trovati in difficoltà. Dalla spiaggia sono partiti i bagnini degli stabilimenti balneari che hanno recuperato il fratellino, mentre il papà è riuscito a fatica a rientrare a riva da solo.

Del 19 enne però si sono perse le tracce. E’ stato travolto dalle onde, alte anche oltre i due metri e mezzo. Le ricerche sono cominciate subito e proseguite fino a sera. Poi, intorno alle 20, il pubblico ministero Francesca Miglietta ha disposto la sospensione, non sussistendo più le condizioni per effettuare la ricerca in sicurezza. Fino a sera, nessuna traccia del ragazzo.

LEGGI ANCHE: Giovane umbro disperso in mare in Puglia, si sono perse le tracce

Il fratellino di 8 anni e il papà sono stati soccorsi e trasportati in ambulanza nell’ospedale San Giuseppe di Copertino, dove sono ricoverati. Trasferita con il 118 anche la mamma che ha accusato un malore.

Sul posto, insieme ai bagnini degli stabilimenti della zona e a diversi volontari, sono intervenuti i carabinieri di Porto Cesareo e di Campi Salentina, la Guardia Costiera dell’ufficio locale marittimo Torre Cesarea e i colleghi della Capitaneria di Gallipoli.

I vigili del fuoco del comando provinciale di Lecce hanno operato insieme al nucleo sommozzatori arrivato da Brindisi. A sorvolare le acque anche un elicottero della Guardia di Finanza arrivato da Grottaglie.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*