Rassegna stampa dell’Umbria 31 ottobre 2019 UjTV News24 LIVE



Rassegna stampa dell’Umbria 31 ottobre 2019 UjTV News24 LIVE




Polizia trova auto rubata e sventa furti in abitazione, ma i ladri sono scappati

La Polizia di Stato della Questura di Perugia, Squadra Volante, nell’ambito di specifici servizi di controllo del territorio volti a contrastare il fenomeno dei reati predatori, nella notte, in una zona residenziale della città, ha intercettato un’autovettura “sospetta” che si aggirava tra le abitazioni del quartiere. I poliziotti hanno tentato di sottoporre a controllo il veicolo ma il conducente, invece di arrestare la marcia, si è dato alla fuga per poi sbandare in una curva e finire fuori strada.

Gli occupanti del veicolo, risultato successivamente rubato, approfittando del buio, si sono allontanati verso la boscaglia facendo perdere le proprie tracce. All’interno della vettura sono stati recuperati numerosi arnesi atti allo scasso, da cui si ritiene che la pattuglia della Squadra Volante abbia proprio intercettato degli individui che si aggiravano in zona per perpetrare dei furti, interrompendo la loro azione.


Bastia, scoperta carrozzeria auto completamente abusiva

Nell’ambito delle attività di monitoraggio effettuate dalla Polizia di Stato del Commissariato P.S. di Assisi, i poliziotti puntavano il mirino su di una attività commerciale per la riparazione e la vendita di auto, situata nel Comune di Bastia Umbra.

Dagli accertamenti preliminari effettuati dagli uomini del Commissariato P.S. di Assisi unitamente a personale della Sezione di Polizia Stradale di Perugia, si riscontrava la possibilità che l’officina in argomento fosse completamente abusiva.

L’attività, avviata da un cittadino italiano 47enne, non risultava in regola con la prescritta documentazione, come ad esempio la certificazione di inizio attività da presentare presso i competenti uffici comunali.

Al momento del controllo venivano trovate diverse autovetture, di cui alcune in riparazione ed altre parcheggiate nel piazzale antistante il capannone pronte verosimilmente per la vendita.

All’interno dell’officina venivano trovate e identificate alcune persone, anche con precedenti di polizia, uno di questi con indosso una tuta da lavoro.

All’esito del controllo è stata anche accertata la mancanza sia del registro delle operazioni giornaliere che della prescritta autorizzazione commerciale, e dunque sono state elevate sanzioni per circa 5.500 euro ed i macchinari sottoposti a sequestro.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Solve : *
16 − 7 =