Rassegna stampa dell’Umbria 11 ottobre 2019 UjTV News24 LIVE

Raggi a Verini: «Perché votare Pd e Bianconi?…Prova a convincermi»




Raggi a Verini: «Perché votare Pd e Bianconi?…Prova a convincermi»

Giorgio Raggi, ex presidente Coop Centro Italia, ha inviato una lettera a Walter Verini chiedendo chi votare alle prossime regionali e perché votare Vincenzo Bianconi e il PD. La lettera è stata pubblicata oggi sul Corriere dell’Umbria. Ecco l’integrale:

di Giorgio Raggi (ex presidente Coop Centro Italia)
Caro Walter,
questa mia è in forma pubblica poiché tanti sono gli amici e i compagni di una vita che mi chiedono cosa fare il 27 ottobre: si va a votare? E se si vota chi votiamo? A questa domanda, per la prima volta da quando giovanissimo mi approcciai alla politica, non so rispondere. Per questo chiedo il tuo aiuto: perché oltre a me tu possa rispondere anche ad altri incerti. Incerti per la prima volta, avendo sempre votato a sinistra e in particolare Pd.

Ci vuole una argomentazione forte in momenti così difficili di crisi di identità e ti assicuro che non basta dire che si è contro Salvini. Troppo poco, poco convincente: occorre dire che Umbria si vuole e che mondo da qui si intende costruire. E’ possibile che mi sia sfuggito, ma io non l’ho ancora letto da nessuna parte. E allora pongo a te e al candidato Bianconi alcune domande cui – se lo riterrete opportuno – risponderete al fine di convincere me ed altri a votare sia Bianconi che Pd.

Iniziamo dalla sanità: negli ultimi anni la ospedalizzazione ha vinto sul decentramento dei servizi di prevenzione sul territorio. Si continua così o si inverte la marcia? E parlando di ospedali: quale il disegno?

Rimangono tutti quelli esistenti o si va verso assetti diversi, magari senza dirlo esplicitamente come fatto negli ultimi tempi? Puoi capire che impegnarsi a eliminare le code in 24 mesi, ha solo il senso di un dovere preciso verso i cittadini: è il dovuto non una scelta strategica.

Potrei farvi domande anche nel campo della viabilità (siamo tanto piccoli e centrali da essere quasi irraggiungibili, isolati: bisogna saltare la notte per arrivare a Milano in modo veloce). E che dire del necessario ripristino di alta eccellenza della Università di Perugia? Tanti i proficui sforzi, ma certo la Regione potrebbe e dovrebbe fare molto di più per la sua valorizzazione. E che dire degli assetti del commercio e dei necessari servizi alle imprese? Come possono crescere pil e occupazione? Spero non mi si risponda in politichese tipo: con la green economy. Che ovviamente è ok ma è troppo general-generico: bisogna indicare investimenti, tempi, fonti di finanziamento, attori protagonisti… C’è poi qualcosa di completamente oscuro che rende difficile la scelta del voto e che spero possa essere chiarito: è, come capirai, già difficile convincere i compagni a votare un candidato tifoso della destra fino a ieri, ma la difficoltà aumenta se le posizioni rimangono quelle espresse finora.

Ad esempio: “Non sono di sinistra né di destra”. Che vuol dire? Se è così cade la motivazione dell’appello al voto contro l’avvento di Salvini e della destra al governo dell’Umbria! E’ evidente che diventa un appello contraddittorio!

Non intendo affrontare il tema utilizzo fondi terremoto da parte di Bianconi: credo che correttezza e trasparenza siano stati la base del suo comportamento come degli uffici pubblici preposti. Ma perbacco, possibile che non eravate preparati a un così evidente potenziale dubbio di opportunità politica su cui, in un campo così competitivo, certo gli avversari non sarebbero stati tenui?

Prendersela con i giornalisti piuttosto che riconoscere qualche profonda svista, magari dovuta alla fretta, può aggiungere errore a errore. In ogni caso questo fatto non incide sul mio dubbio per chi votare. Può invece convincermi o meno la risposta a qualche altra domanda relativa a che mondo si vuole costruire a partire dall’Umbria.

Ne faccio alcune: penso che le risposte potranno essere di orientamento per sciogliere i dubbi.

La prima: cosa pensa Bianconi dei simpatizzanti dei diversi family-day e di coloro che vogliono abolire la legge 194? Che ne pensa della recente sentenza della Corte Costituzionale sulla eutanasia e sulla relativa presa di posizione dei vescovi italiani? Sarà favorevole a che i medici possano eventualmente essere obiettori?

E da ultimo: fa bene o compie un errore il presidente Trump a lasciare soli i curdi difronte a Erdogan? Mi dirai, caro Walter, che queste sono domande da porre al candidato presidente: non lo conosco personalmente, so che è una brava persona, ma non lo sento leader sullo scenario pubblico in cui si è messo anche su tuo invito.

Non ho dubbi sul fatto che avendolo invitato a così alta tenzone tu e il Pd non abbiate prima di tutto condiviso con lui una certa visione dell’Umbria e del mondo: per questo mi rivolgo a te, quale rappresentante del partito per il quale ho sempre votato. E per cui voterei ancora se almeno mi sentissi vicino a un orientamento politico che magari c’è ma che difficilmente appare. Prova a convincermi, prova a convincerci.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Solve : *
12 − 7 =