Rassegna stampa dell’Umbria 10 ottobre 2019 UjTV News24 LIVE

Rassegna stampa dell’Umbria 10 ottobre 2019 UjTV News24 LIVE



Arrestata a Torino la banda dei furti in abitazione, avevano colpito anche il Perugino

Associazione per delinquere finalizzata alla commissione di furti in abitazione, ricettazione, detenzione e porto illegale di armi e strumenti atti ad offendere. Questi i resti contestati alla banda di malviventi sgominata dai carabinieri di Torino nell’ambito dell’inchiesta “Case sicure”. I carabinieri hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal G.I.P. del Tribunale di Torino – su richiesta della locale Procura della Repubblica, nei confronti di una 18 persone, di cui sette arrestate, sei albanesi e un italiano; in due sono stati sottoposti a obbligo di dimora.

La banda di malviventi avrebbe agito anche nel Perugino, oltre che a Biella e Novara. Sono 17 gli episodi delittuosi contestati dai Carabinieri di Rivoli: 14 messi a segno e tre tentati, che avrebbero fruttato complessivamente alla banda un bottino stimato in 180mila euro (tra orologi, oro, contanti, capi d’abbigliamento, autovetture, elettrodomestici e armi legalmente detenute dai proprietari).

I componenti del gruppo criminale, armati di coltelli e bastoni, dopo aver rotto le tapparelle o le porte d’ ingresso, saccheggiavano ville e abitazioni isolate, sorprendendo talvolta gli occupanti nel sonno, depredando qualunque cosa fosse presente in casa. A far scattare le indagini, condotte anche con l’ausilio di intercettazioni telefoniche e ambientali, alcuni furti che si sono verificati nel novembre 2016 nel torinese.

Gli accertamenti hanno portato alla luce l’esistenza di un sodalizio, composto dai sette arrestati, attorno a cui era stata costruita una rete di persone che, concorrevano in maniera più o meno episodica nella commissione dei furti e nella successiva ricettazione dei bottini.

Vincenzo Bianconi

Valerio Mancini

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Solve : *
5 × 23 =