Rapina e assalto portavalori alla Coop di Umbertide, forse sparatoria

 
Chiama o scrivi in redazione




Rapina e assalto portavalori alla Coop di Umbertide, forse sparatoria

Rapina a un porta valori della Vigilanza Umbra. E’ accaduto nella mattinata di oggi davanti alla Coop di Umbertide. Una banda, secondo le prime informazioni avrebbe assaltato un furgone portavalori mentre si trovava davanti a un supermercato umbertidese nel tentativo di portare via l’incasso. Tre uomini a volto coperto, da quanto appreso, hanno atteso l’arrivo del furgone portavalori. Due di loro hanno aggredito l’addetto che stava caricando il denaro, poi sono scappati a bordo di una Fiat Panda di colore chiaro.

Il vigilante, per difendersi dai ladri, ha sparato un colpo di pistola.  Paura tra le persone che hanno sentito gli spari. Non risultano comunque persone ferite. Il bossolo è stato ritrovato nella vetrina di un negozio poco distante.  Immediato l’intervento dei carabinieri della compagnia di Città di Castello, al seguito del comandante, Capitano Giovanni Palermo, sulle tracce dei rapinatori. Per ricostruire l’accaduto al vaglio anche le immagini delle telecamere di videosorveglianza.

Il sindaco di Umbertide Luca Carizia interviene sulla rapina avvenuta questa mattina all’esterno di un centro commerciale cittadino: “In un momento in cui tutti noi stiamo cercando di tutelare la nostra salute cambiando con grande sacrificio le nostre abitudini – dice il sindaco – degli sciacalli si approfittano di questa situazione. Come sindaco del Comune di Umbertide non solo condanno l’accaduto ma mi domando se possa esistere una pena così severa da impartire a queste belve. Vista la gravità dell’accaduto, chiedo il massimo impegno per consegnare alla giustizia soggetti così pericolosi. Un ringraziamento sentito e particolare va agli uomini dell’Arma dei Carabinieri e alle forze dell’ordine tutte, che ogni giorno sono impegnati sul territorio per garantire la sicurezza di tutti noi e che anche in questa occasione, sono sicuro, faranno del loro meglio”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*