Raid israeliani sulla Siria, Netanyahu: “risposta ad attacco siriano”

 
Chiama o scrivi in redazione




Raid israeliani sulla Siria, Netanyahu: “risposta ad attacco siriano”

© Protetto da Copyright DMCA

Le forze di difesa israeliane hanno lanciato una serie di raid aerei in territorio siriano. L’attacco, confermato dal premier Benjamin Nethanyahu, è partito in rappresaglia ai due missili siriani lanciati poco prima sulle alture del Golan.

Gli elicotteri d’assalto e i caccia israeliani hanno colpito diversi obiettivi dell’esercito siriano, tra i quali due batterie di artiglieria, diversi avamposti di osservazione e di intelligence e un’unità di difesa aerea di tipo SA-2; i raid avrebbero inoltre raggiunto alcune installazioni militari legate all’esercito iraniano nell’area di al-Kiswah, a sud della capitale Damasco.

Secondo l’Osservatorio siriano per i diritti umani10 combattenti – 7 dei quali iraniani o libanesi di Hezbollah – sarebbero rimasti uccisi; l’agenzia di regima Sana parla invece di 3 morti e 7 feriti.

Dei razzi partiti verso le alture del Golan, uno era precipitato in territorio siriano, mentre l’altro non aveva provocato vittime o danni. “Non possiamo tollerare spari verso il nostro territorio – ha dichiarato subito dopo Netanyahu – e ad essi reagiamo con grande forza”. (Euronews)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*