Quattro milioni sono i venezuelani in fuga dall’incertezza


Quattro milioni sono i venezuelani in fuga dall’incertezza

Quattro milioni sono i venezuelani che hanno lasciato il loro Paese per fuggire alla crisi politica ed economica in corso. Sono i dati resi noti dall’Agenzia delle Nazioni Unite per i rifugiati e dall’Organizzazione internazionale per le migrazioni. L’aumento è vertiginoso se si considera il dato di fine 2015, dove erano circa 690.000 i rifugiati e i migranti in fuga.

Ad ospitare il maggior numero di migranti e rifugiati venezuelani è la Colombia con circa 1,300.000 arrivi a oggi, seguita dal Perù con 768.000 e poi Cile (288 mila), Ecuador (263 mila), Brasile (163 mila) e Argentina che chiude con 130.000 arrrivi. Ma non sono da meno anche il Messico e altri Paesi dell’America Centrale e dei Caraibi, fanno sapere entrambe le agenzie internazionali.

REUTERS/Luisa Gonzalez
Persone al confine colombiano-venezuelano sul fiume TachiraREUTERS/Luisa Gonzalez

A farsi avanti in questo clima di disastro umanitario è intanto il Giappone che finanzierà – con una cifra che le agenzie stampa stimano fra i 3,6 e i 3,8 miliardi di dollari- quattro agenzie delle Nazioni Unite per assistere i cittadini venezuelani che hanno fatto richiesta di residenza in Brasile o che siano rifugiati. Le agenzie che ne beneficeranno saranno l’Alto commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati (Unhcr), l’Organizzazione internazionale per le migrazioni (Oim), l’Organizzazione panamericana della salute (Ops) e il Fondo delle Nazioni Unite per l’infanzia (Unicef).

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*