Prime pagine in pdf, la rassegna stampa di domenica 7 giugno 2020

 
Chiama o scrivi in redazione



Prime pagine in pdf, la rassegna stampa di domenica 7 giugno 2020



Conte, non temo di cadere, c’ è l’ urgenza di agire subito

“Non mi pare di essere accerchiato più di quanto lo fossi nella prima fase. In tutti questi mesi ho sentito dire in continuazione: Conte cade, Conte cade. Fa parte del gioco, ho imparato a non meravigliarmi. Ma come si vede e si vedrà, non è così”. Lo assicura il premier Giuseppe Conte in un colloquio in apertura di prima pagina del Corriere della Sera, in cui evidenzia l’ urgenza di agire in fretta. “Non possiamo ritardare il confronto con imprenditori, sindacati, categorie.

L’ urgenza non nasce da un mio capriccio ma dalla realtà che preme. Bisogna muoversi da subito”, dichiara Conte. “Sento dire che occorre farlo con calma. Ma quale calma? Ci prendiamo qualche giorno per coinvolgere appieno le forze di maggioranza, e lo facciamo. Poi chiamiamolo patto, chiamiamolo confronto. Ma non va rimandato”. Conte si definisce una persona “che non riesce a lavorare senza una strategia.

E quella sulla fase del dopo-virus – spiega – avevo cominciato a prepararla già durante l’ emergenza”. In merito alle tensioni nella maggioranza, “la verità è che quando si arriva alla sostanza delle cose, asciugandole dalle polemiche, ci si rende conto che questa maggioranza è composta da partiti responsabili, che capiscono bene quali siano le priorità del Paese”, dice il presidente del Consiglio. “Il clima è migliore di quello che sembra. E anche alcune perplessità del Pd sono rientrate”, prosegue Conte. Quanto al ministro dell’ Economia Gualtieri, “ha sempre condiviso tutto con me e insieme a me. Come premier non scavalco nessuno”.Agenzia nazionale di sstampa associata


Martina Nasoni, minacciata di morte da in hater, si rivolge alla polizia per denunciare

La vincitrice del Grande Fratello 16, la ternana Martina Nasoni, ha subito minacce di morte su Instagram da un profilo social sconosciuto. Dopo essere stata aggredita alla stazione di Terni, città in cui vive, insieme alla madre, sono recentemente arrivate anche minacce di morte alla sua famiglia e alla nipotina, a cui è legatissima.

Martina si è informata sul da farsi e su come procedere per denunciare l’autore delle minacce.

La vincitrice del Grande Fratello rivolgendosi ai leoni da tastiera che la offendono chiamandola “cardiopatica di m***a” risponde: “Non sapete fare neanche gli haters”.

Martina ha già parlato con la polizia e ci sono delle indagini in corso. “Voglio capire – dice la modella – chi c’è dietro a quel profilo e soprattutto perché questa cattiveria nei miei confronti e dei miei genitori”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*