Porte aperte al Trasimeno, già arrivate oltre quattrocento prenotazioni

“Porte aperte al Trasimeno” propone percorsi storico culturali, tour enogastronomici, mercatini, attività sportive all’aria aperta, degustazioni e molto altro

 
Chiama o scrivi in redazione


Porte aperte al Trasimeno, già arrivate oltre quattrocento prenotazioni
Registrate già dall’Urat (Unione ristoratori e albergatori del Trasimeno) oltre 420 prenotazioni per “Porte Aperte al Trasimeno” l’evento che si terrà dal 26 al 28 maggio con l’obiettivo di  valorizzare il comprensorio del Trasimeno composto dai suoi otto comuni: Castiglione del Lago, Città della Pieve, Magione, Paciano, Panicale, Passignano sul Trasimeno, Piegaro e Tuoro sul Trasimeno. Numeri destinati a crescere se si considera che questo dato è relativo alle prime 24 ore dall’apertura delle prenotazioni, avvenuta il primo maggio.

Si ricorda che l’iniziativa prevede il pernottamento gratuito per coppie e-o famiglie (ci sono oltre 2mila posti letto disponibili) per le notti del 26 e 27 maggio 2017 nelle strutture convenzionate, con prenotazione al centro di informazione a partire dal 1 maggio (fino ad esaurimento posti disponibili).

“Probabilmente entro pochissimi giorni – commenta il presidente dell’Urat, Michele Benemio – i 2mila posti letto messi a disposizione saranno tutti occupati. Il Trasimeno sta attraversando un buon momento con flussi turistici importanti: il ponte del primo maggio ha fatto registrare ottime presenze, confermando l’andamento positivo iniziato a Pasqua e proseguito nella giornata del 25 aprile. Ci auguriamo che “Porte Aperte” possa contribuire a favorire questa rinascita del Trasimeno”.

“Porte aperte al Trasimeno” propone percorsi storico culturali, tour enogastronomici, mercatini, attività sportive all’aria aperta, degustazioni e molto altro. Una offerta variegata per conoscere il lago a 360 gradi. Nei vari comuni del Trasimeno ci saranno diverse iniziative tra cui pescatori per un giorno, passeggiate alla scoperta delle erbe, letture al palazzo ducale e remando lungolago.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*