Piero Terracina portava i segni dell’atrocità dell’uomo, Leonardo Varasano

Il giorno del conferimento della cittadinanza onoraria


Piero Terracina portava i segni dell’atrocità dell’uomo, Leonardo Varasano

di Leonardo Varasano 
E’ morto Pietro Terracina, uno degli ultimi sopravvissuti allo stermino di Auschwitz. Lo vogliamo ricordare nella cerimonia di conferimento della cittadinanza onoraria alla Sala dei Notari il 16 marzo 2017. Andrea Romizi Leonardo Varasano

Pietro Terracina portava i segni dell’atrocita’ dell’uomo impressi nel cuore, negli occhi e nel braccio. Il suo racconto di sopravvissuto, le sue lacrime sferzavano l’animo e la mente. Era un testimone dell’orrore. Ma era anche un amico e un cittadino onorario della città di Perugia. Ora il suo testimone passa a tutti noi, che lo abbiamo conosciuto e ne abbiamo udito le parole sanguinanti.


Giornata della memoria 2017 e 2018
Giornata della memoria 2017 e 2018. Questa mattina il Tg5 ha trasmesso una commovente edizione speciale in cui si è ampiamente ricordata la cittadinanza onoraria concessa a Piero Terracina dall’Amministrazione comunale di Perugia. Era il marzo 2017. Fu un’emozione profonda consegnare quella pergamena insieme al sindaco Andrea Romizi. Quest’anno non c’erano ne’ Piero ne’ Sami Modiano ma il filo della memoria è rimasto teso e vivo: grazie a Gianni Scipione Rossi, ad Alberto Krachmalnikoff, all’istituto Cavour-Marconi – Pascal e all’Associazione Italia – Israele per l’importante incontro con i ragazzi delle scuole, in una sala dei Notari ancora una volta gremita.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*