Perugia 1416, Porta Sant’Angelo vince la sfida della Mossa alla Torre

Perugia 1416, Porta Sant’Angelo vince la Mossa alla Torre. 09/06/2018 Porta Sant’Angelo vince la sfida della Mossa alla torre piazzandosi così al primo posto nella classifica generale, staccando per ora nettamente gli altri 5 Rioni.

Portando a casa altri 20 punti, si posiziona davanti a Porta Eburnea (15), Porta Santa Susanna (12), Porta Sole (10) e Porta San Pietro (8). Con il supporto del caloroso tifo dei rionali, Lorenzo Baldoni, Lino Bizzaglia, Nico Brachini, Luca Ceccarelli, Luigi Ciurnella, Francesco Lanterna, Lorenzo Marcucci Brugoni, Mattia Masotti, Curzio Mugnani (maresciallo), Marco Nuzzi e Massimo Proietti hanno strappato agli atleti concorrenti anche la vittoria del gioco che ogni anno domina Piazza Matteotti.

Classifica generale. Dopo i primi due giochi (Tiro del giavellotto e Mossa alla Torre), al primo posto si attesta Sant’Angelo con 40 punti, al secondo Porta Eburnea con 25, al terzo San Pietro con 23, al quarto Porta Sole con 22, al quinto Porta Santa Susanna con 20 punti.

La festa è poi proseguita con la spettacolare entrata di Braccio a cavallo al Cassero di Porta Sant’Angelo, scortato tra le fiaccole dalla Compagnia del Grifoncello. Sotto gli occhi della folla, si è tenuta la rappresentazione alla presenza dei cinque consoli dei Rioni. Un momento suggestivo, proseguito al Giardino di San Matteo degli Armeni, invaso dai cittadini che non si sono voluti perdere la magia di una serata terminata con la festa campestre: danze medievali, musica e degustazioni. E poi in tanti, fino a notte fonda, ancora nelle taverne a brindare.

Programma di oggi 10 giugno. Dalle 10.30 alle 13, in Piazza Matteotti, ancora uno spazio dedicato ai bambini, con giostra medievale, giullarata e contastoria a cura di Tieffeu. Alle 11.30, Porta Eburnea, nella chiesa di Santo Spirito, in via del Parione, ha organizzato la santa messa dei rionali, con la partecipazione di figuranti e tamburini. Ci si avvia così nel cuore di “Perugia 1416”, anche quest’anno affidata a Rodolfo Mantovani, coordinatore artistico della “tre giorni”: alle 16, in Piazza IV Novembre, esibizione degli Sbandieratori di Assisi, seguita, dalla partenza del corteo della Reggenza comunale da Palazzo dei Priori verso l’Arco Etrusco per incontrare il drappello armato di Braccio; alle 16.30, inizieranno a muoversi i cortei dai cinque Rioni verso Piazza Italia, così il corteo di Braccio scortato dagli armati della Compagnia del Grifoncello e della Militia Bartholomei, che dal Cassero di Porta Sant’Angelo, proseguirà lungo Corso Garibaldi (previsto il picchetto d’onore davanti alla caserma Fortebracci Comando Militare Esercito Umbria, Piazza Lupattelli, fino all’Arco Etrusco, dove avverrà l’incontro tra Braccio e la Reggenza comunale. Da qui, i due cortei proseguiranno lungo via Cesare Battisti, via Maestà delle Volte, Piazza IV Novembre; si sistemeranno sulla scalinata della Vaccara di Palazzo dei Priori, dove alle 17.30 avverrà la consegna delle chiavi della Città a Braccio e il rito degli omaggi dai Rioni; alle 17.30, da Piazza della Repubblica, muoverà il corteo storico, accompagnato dalle delegazioni ospiti; alle 19.30, l’attesa “Corsa del drappo” lungo Corso Vannucci, la terza sfida per aggiudicarsi il Palio della terza edizione, disegnato da Filippo Moroni dell’Accademia di Belle Arti “Pietro Vannucci” di Perugia, su cui peserà il voto che la giuria darà ad ogni rione per il corteo.


Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*