Nuova operazione animafia in Sicilia tra arrestati capo ultra’ Juve e boss Agrigento

e' nell' elenco degli arrestati del blitz antimafia della Dia, "battezzato Kerkent"


La Direzione Distrettuale Antimafia di Palermo ha emesso un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti di 32 persone tra Agrigento, Palermo, Trapani, Catania, Vibo Valentia e Parma. Le accuse: associazione a delinquere di stampo mafioso, finalizzata al traffico e allo spaccio di stuoefacenti, detenzione abusiva d’armi, sequestro di persone a scopo di estorsione e danneggiamento. L’organizzazione criminale, dotata di un potente gruppo di fuoco, si dedicava ad organizzare e piazzare sul mercato enormi quantitativi di droga.

Era tornato un anno fa ad Agrigento, lasciando Torino: il capo degli ultra’ della Juventus Andrea Puntorno, e’ nell’ elenco degli arrestati del blitz antimafia della Dia, “battezzato Kerkent”. Secondo quanto emerso dall’ inchiesta coordinata dalla procura di Palermo, l’ uomo, gia’ sottoposto a sorveglianza speciale, farebbe parte dell’ associazione per delinquere con base operativa ad Agrigento e ramificazioni, in particolare, nel palermitano ed in Calabria, specializzata nel traffico di sostanze stupefacenti, attraverso uno strutturato gruppo criminale armato. Il capo dei ‘ Bravi ragazzi’ e’ stato gia’ coinvolto in operazioni contro lo smercio di droga e un vasto bagarinaggio.

Nell’ ordinanza anche il 50enne Antonio Massimino, ritenuto il reggente della famiglia di Agrigento – gia’ detenuto in carcere – con l’ accusa di aver ordinato un sequestro di persona e di avere commesso una violenza sessuale.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*