Moschea Umbertide, Valerio Mancini al suo secondo giorno di sciopero della fame

Il politico tifernate ha anche occupato l'aula dell'Assemblea legislativa dell'Umbria

 
Chiama o scrivi in redazione


Moschea Umbertide, Valerio Mancini al suo secondo giorno di sciopero della fame

PERUGIA – Valerio Mancini, vicepresidente della Regione Umbria, ma anche leader regionale della Lega Nord, è al suo secondo giorno di sciopero della fame. Il politico tifernate, che ha anche occupato l’aula dell’Assemblea legislativa dell’Umbria, ha detto: “Sto bene, ho dormito bene, ho preso solo un caffè d’orzo”. Era sorridente, ma fino ad un certo punto. Sì perché ci ha mostrato la prima di copertina de La Nazione. Il giornale di Firenze ha, infatti, realizzato una propria inchiesta tra le persone di religione musulmana e quanto emerge è davvero sconcertante. Mancini torna poi ad accusare la Città di Umbertide per la realizzazione del cosiddetto “centro culturale” islamico che, lui dice, di fatto è una vera e propria moschea.

© Protetto da Copyright DMCA

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*