Ministro agricoltura Gianmarco Centinaio in Umbria video intervista a Montefalco


Ministro agricoltura Gianmarco Centinaio in Umbria video intervista a Montefalco

di Marcello Migliosi
«Vino e turismo sono l’abbinata vincente per rilanciare da un lato all’agricoltura dall’altro lato anche il turismo italiano l’obiettivo che abbiamo entro le prossime settimane di far partire la legge sull’enoturismo perché è una legge che comunque serve ad entrambi e quindi oggi come oggi penso e sono convinto che se vogliamo andare a proporre il nostro paese in giro per il mondo non serve più e non basta più far vedere quanto è bella l’Italia, ma bisogna anche far capire quanto è buona».

Il responsabile del dicastero dell’agricoltura, oggi in visita in Umbria, a Montefalco, Perugia e Valnerina, ha detto che era d’accordo con tutti gli assessori che, subito dopo il suo insediamento, avrebbe cominciato con il visitare ogni regione facendo partire il tour proprio dalle regioni terremotate. «Il mio ruolo – ha detto – è anche quello di ricordare ai colleghi che le aree terremotate devono rimanere una priorità di questo Governo».

Il ministro ha parlato, poi anche di Agea: “Mi impegno personalmente – ha sottolineato – a verificare come sta operando l’Agenzia, rispetto ai pagamenti 2017 e 2018 verso gli agricoltori dell” Umbria e mi prendo la responsabilità di verificare la situazione assieme all” assessorato regionale che oggi incontro”.

Nei riguardi dei manifestanti che si sono presentati a Montefalco, il ministro ha detto: “Voglio incontrarli subito perché voglio capire quali sono i problemi e se ci sono delle richieste specifiche ci lavoreremo”.

Sui nuovi contributi a favore della agricoltura italiana Centinaio ha detto che: “Io sono dell’avviso che i contributi a pioggia alla agricoltura non servano e quindi bisogna andare ad erogarli dove servono. All’inizio della legislatura, per esempio, avevamo visto che c’erano dei problemi per la produzione dello zucchero, ma anche sul grano, sul riso e allora abbiamo dato l’accoppiato, abbiamo dato contributi aggiuntivi a questi tre settori, se servisse – ha aggiunto Centinaio – e se si dovesse aiutare altri settori, ben venga, siamo disponibili ad aiutarli».

Su Agea – ha aggiunto il ministro – avevo promesso che saremmo intervenuti e lo abbiamo fatto, tanto che prima c” erano ritardi di anni nei pagamenti, adesso li abbiamo ridotti ad alcuni mesi, ma se c” è la necessità di fare ulteriori verifiche li faremo”.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*