Migranti, presidente Camera, Fico contrario a chiusura porti e loda Ong

Migranti, presidente Camera, Fico contrario a chiusura porti e loda Ong

Il presidente della Camera Roberto Fico (Cinque Stelle) ha effettuato una visita privata all’hotspot di Pozzallo, dove da anni si riversano clandestini da tutta Europa portati dalle “volenterose” navi delle ong. E, contrariamente alla linea del governo italiano., Fico ha lodato le ong e criticato la chiusura dei porti. Ma lo ha fatto da privato cittadino o da presidente della Camera? Mistero.  Ad accompagnare Fico sono stati il questore di Ragusa Salvatore La Rosa, il sindaco Roberto Ammatuna e la direttrice dell’hotspot Emilia Pluchinotta.

Il presidente Fico

“Il presidente Fico ha evidenziato la buona efficienza della struttura, complimentandosi con i responsabili” dice il sindaco che al numero uno di Montecitorio in un breve colloquio ha illustrato il lavoro svolto in questi anni in tema di accoglienza dei migranti, evidenziando come “in città non si siano mai verificati episodi di xenofobia o razzismo, avendo da sempre un ruolo di primo piano in nome dell’Italia e dell’Europa”.

GUARDA ANCHE: Conte: sui migranti soddisfatto all’80 per cento, più di Salvini

Ammatuna ha anche chiesto, trovando “piena disponibilità” del presidente Fico, “maggiore attenzione e sostegno, anche economico, a favore della comunità pozzallese che continuerà a dare il proprio contributo in tema di accoglienza dei migranti”. Al privato cittadino-presidente della Camera ha risposto la leader di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni: ”Aggiornaci anche quando vai in visita dai terremotati italiani… Boldrino”, ha scritto la Meloni, rispondendo al presidente della Camera Roberto Fico che oggi, visitando l’hotspot di Pozzallo ha difeso il lavoro delle ong in mare, aggiungendo che, se dipendesse da lui, i porti non li chiuderebbe mai. “Io i porti non li chiuderei.

Dell’immigrazione si deve parlare con intelligenza e cuore

Dell’immigrazione si deve parlare con intelligenza e cuore”. “Come terza carica dello Stato – ha aggiunto Fico – dico che bisogna essere solidale con chi emigra, che sono storie drammatiche che toccano il cuore”. “Tocca all’Europa farsi carico di questa emergenza, non solo all’Italia – ha concluso Fico – e bisogna tirare fuori gli estremismi perché la solidarietà si fa insieme. Se questo è un approdo, deve essere un approdo europeo”.

Dal governo italiano nessuna risposta. Giorgia Meloni ha aggiunto che “la sinistra torna a strumentalizzare le morti in mare per sostenere ancora l’immigrazione incontrollata, ma l’unico modo per evitare i naufragi è fermare le partenze dei barconi con un blocco navale. Il governo Conte tiri fuori gli attributi e spieghi che l’Italia non sarà il campo profughi d’Europa. Pretenda una missione comune per arrivare a un blocco navale concordato con la Libia, unica soluzione all’emergenza migratoria. Chi si oppone al blocco navale è complice degli scafisti e delle tragedie in mare”. Lo ha scritto su Facebook il presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*