Meningite, dimesso bimbo, stazionarie condizioni giovani intossicati

Il bambino è stato giudicato guarito e dimesso

 
Chiama o scrivi in redazione


Meningite, dimesso bimbo, stazionarie condizioni giovani intossicati

PERUGIA – E’ stato dimesso nella giornata di mercoledì 21 giugno il bambino ricoverato in gravi condizioni presso la struttura  complessa di Pediatria per meningite da meningococco. Il piccolo paziente, poco più di tre mesi di vita, era arrivato al pronto soccorso del S. Maria della Misericordia  il 9 giugno, in condizioni critiche, con febbre molto alta.

© Protetto da Copyright DMCA

Sottoposto a terapia  antibiotica, dopo la diagnosi effettuata dal laboratorio di Microbiologia, le sue condizioni  sono gradualmente migliorate, anche se, come precisa il Dottor Edoardo Farinelli lo stato febbrile aveva iniziato a regredire solo dopo una settimana di terapie. Dopo un periodo  di osservazione ed ulteriori controlli il bambino è stato giudicato guarito e dimesso.

Sono stazionarie le condizioni dei due giovani pazienti ricoverati da domenica scorsa presso il reparto di Rianimazione del S. Maria della Misericordia  a seguito di intossicazione da  botulino. Nelle ultime ore i sanitari  hanno provveduto, dopo  la  verifica dei parametri vitali ad un graduale “ svezzamento” dalle apparecchiature per  permettere ai due giovani  la ripresa della attività polmonare. Sempre nel corso della giornata di mercoledì sono previste ulteriori attività assistenziali che permetteranno di verificare le condizioni dei pazienti. Operazioni queste, come informa una nota dell’ufficio stampa dell’Azienda Ospedaliera di Perugia, che orienteranno i sanitari sul decorso della degenza.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*