Matteo Salvini a Eurochocolate, scultore di cioccolato per un giorno



Matteo Salvini a Eurochocolate, scultore di cioccolato per un giorno

Era previsto il suo arrivo e così è stato. Matteo Salvini il capitano dei selfie ha sfidato Guarducci nella gara fatta di bastoni che tenevano una vera barretta di cioccolato a forma di cellulare. Ma prima di fare questo il senatore, appena uscito dall’hotel Brufani (aveva pernottato lì ndr), si è imbattuto in un migliaio di selfie, per circa un’ora, in corso Vannucci, all’altezza della gelateria Veneta. E proprio lì ha incontrato il patron dello cioccolato Eugenio Guarducci che di selfie (e non solo…) se ne intende. Ed ecco immortalati in una sfida fatta tutta di cioccolato.

Da Corso Vannucci correndo in Piazza IV Novembre dove Salvini si è improvvisato scultore di cioccolato per un giorno, lanciando il “Cibo degli Dei” dal palchetto dove era posizionata la scultura in costruzione.

«E’ un onore ricevere un pezzo di cioccolato toccato dalle mani di Matteo – ha detto una signora che ne aveva appena ricevuto un pezzo dal capitano della Lega – . Non lo mangerò mai – ha aggiunto un’altra. Che bello io non laverò più le mani, incredibile, davvero, Matteo mi ha stretto la mano e mi ha fatto una carezza sulla testa».

Insieme si sono poi diretti nello store alle Logge di Braccio dove Salvini ha realizzato il suo Photochoc.

Questa è la prima domenica di Eurochocolate, che ha visto migliaia di persone fiondarsi in centro storico per vedere la manifestazione più importante dell’Umbria. Uno spiegamento di forze dell’ordine. Tutti in campo affinché nessuno si facesse male. Ztl chiusa, via libera solo alle persone autorizzate, scale mobili presidiate sia all’ingresso, sia all’uscita. Colonne di persone, Perugini compresi, che per evitare di restare bloccati all’interno della Rocca Paolina hanno fatto il viale dell’Indipendenza a piedi fino al centro e viceversa.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Solve : *
28 × 4 =