Magliette rosse in sostegno degli immigrati, tanta adesione

Magliette rosse in sostegno degli immigrati, tanta adesione Un paese colorato di magliette rosse, dal rifugio Gran Paradiso a quota 2mila, all’ isola di Lampedusa, passando per i campi di formazione sui beni confiscati di Libera alla Goletta Verde di Legambiente in navigazione verso la Campania. In tantissimi, scrive l’ associazione Libera, hanno aderito e risposto all’ iniziativa lanciata da don Luigi Ciotti e Gruppo Abele, Arci, Legambiente, Anpi e dal giornalista Francesco Viviano, che invitava tutti a indossare oggi una maglietta rossa per ricordare i tanti bambini migranti morti in mare e, in generale, di chi ha perso la vita nelle traversate, per gridare ‘ Fermiamo l’ emorragia di umanita’ ‘ . L’ hashtag della giornata e’ tra i primi della classifica di Twitter e sono stati illuminati di rosso il colonnato di piazza del Plebiscito e il Maschio Angioino a Napoli. In rosso Fiorella Mannoia, Vasco Rossi, Roberto Saviano, Carlo Lucarelli, Rosy Bindi, il medico di Lampedusa. Migliaia le adesioni di cittadini, associazioni, circoli, parrocchie che stanno postando fin dalle prime ore del mattino le loro magliette rosse e il loro “no all’ indifferenza”. Luigi Ciotti, promotore dell’ iniziativa, in maglietta rossa ha partecipato all’ evento a Roma, nel quartiere San Lorenzo, insieme a Stefano Ciafani, presidente nazionale di Legambiente, e a Giuseppe Demarzo, coordinatore di ‘ Numeri Pari’ . 

Diretta Euronews

Eventi in Umbria

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*