Libera, blitz in consiglio Comunale a Perugia, intervista a Walter Cardinali

 
Chiama o scrivi in redazione




Libera, blitz in consiglio Comunale a Perugia, intervista a Walter Cardinali

«Non sono previste manifestazioni ufficiali», e il presidente del Consiglio comunale di Perugia, Nilo Arcudi, pone fine al blitz fatto da Libera durante i lavori del consesso cittadino. L’associazione fondata da don Luigi Ciotti si era presentata con tanto di striscione, lo stesso che il ha fatto chiudere e riporre, in sala consiliare.

«Le vittime chiedono rispetto», c’era scritto ed è riferito al fatto che il comune di Perugia, stando a quanto riferito dagli organizzatori si sarebbe “dimenticato” di intitolare le strade alla memoria delle vittime di mafia.

Il presidente del consiglio ha parlato con loro per capire il motivo della protesta e dopo la consigliera Lucia Maddoli ha presentato una mozione per chiedere di ascoltare la folta delegazione dell’associazione Libera contro le mafie presente in consiglio comunale. Messa ai voti la mozione è stata approvata con 29 voti a favore. Dopo l’approvazione delle pratiche, una rappresentanza dell’associazione è stata ascoltata in sede di conferenza capigruppo.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*