Lettura dei titoli dei giornali, rassegna stampa 16 dicembre 2019

 
Chiama o scrivi in redazione



Lettura dei titoli dei giornali, rassegna stampa 16 dicembre 2019




Caso Arcudi, Perugia civica prende le distanze e sfiducia Pici

Massimo Pici, eletto al consiglio comunale di Perugia, sabato sera, alla riunione dei capigruppo ha chiesto le dimissioni di Nilo Arcudi, presidente del consiglio comunale (già vicesindaco della giunte Boccali e Locchi), comparso nelle intercettazioni telefoniche degli indagati nell’ambito della “Infectio“ sulle infiltrazioni della ’ndrangheta a Perugia. In quell’occasione Antonio Ribecco e il fratello Natale commentano di averlo fatto eleggere a Palazzo dei Priori.

In seguito a questo è seguita una risposta: «L’associazione Perugia Civica che ha promosso a Perugia la lista Perugia Civica prende totalmente le distanze dalle improvvide e inaccettabili dichiarazioni di Pici. Il consigliere Pici eletto nella nostra lista ha ormai da mesi deciso di muoversi in maniera autonoma e personale al di fuori di qualsiasi rapporto con Perugia Civica e della sua associazione che è ufficialmente registrata e che ha presentato giuridicamente la lista.

In questi mesi non una posizione è stata espressa per rappresentare politicamente Perugia Civica a parte le inconsulte dichiarazioni di ieri, forse già immaginando di subentrare ad Arcudi, che non rappresentano in nessun modo il pensiero di Perugia Civica. Precisiamo che Pici rappresenta solo se stesso e non Perugia Civica.

Come Perugia Civica esprimiamo piena solidarietà a Nilo Arcudi che è sottoposto ad una indegna gogna mediatica nonostante sia totalmente estraneo all’inchiesta come più volte affermato dal Procuratore Gratteri e dal Questore Messina. Avvieremo fin da subito la procedura del collegio dei Probiviri per assumere le immediate definitive scelte nei confronti del consigliere Pici rispetto alla sua appartenenza a Perugia Civica.

Un movimento riformista come Perugia Civica non puo’ arroccarsi su posizioni ingiustificate di giustizialismo ben lontane dal vero spirito, fintamente proclamato da Pici, della democrazia.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*