Leggi, sfoglia e scarica le prime pagine della rassegna stampa 19 gennaio 2020

 
Chiama o scrivi in redazione



Leggi, sfoglia e scarica le prime pagine della rassegna stampa 19 gennaio 2020



Potrebbe esserci la droga dietro la tragedia familiare

Potrebbe esserci la droga dietro la tragedia familiare di San Valentino della Collina a Marsciano. Prima una lite in famiglia, poi il fratello spara alla sorella e al suo compagno. Ma prima ancora una coltellata. La scoperta di una dipendenza, legata al mondo della droga, è una delle ipotesi su cui stanno lavorando i carabinieri.

A indagare i militari della compagnia di Todi agli ordini del maggiore Luigi Salvati Tanagro e i carabinieri della sezione investigazioni scientifiche del Reparto operativo del Comando provinciale. La tragedia è accaduta intorno alle 21 di giovedì scorso. Il fratello ha sparato tre colpi di fucile dal balcone della sua abitazione alla sorella e al suo compagno. Quest’ultimo, in particolare, sarebbe indagato per una coltellata data alla compagna del fratello, ma l’uomo ha respinto ogni accusa.

La sorella è in condizioni gravissime, in coma farmacologico all’ospedale Santa Maria della Misericordia. Ha riportato ferite procurate dai pallini in tutto il corpo, principalmente al volto e al torace. Il compagno ferite ad un ginocchio ed è stato ricoverato in ortopedia.

Il fratello si trova al carcere di Spoleto con le accuse di  tentato omicidio aggravato e lesioni personali. Si è avvalso delle facoltà di non rispondere. A coordinare le indagini il dal sostituto Patrizia Mattei della Procura della Repubblica Patria Mattei.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*