Le prime pagine dei giornali in pdf 22 aprile 2020, rassegna stampa

 
Chiama o scrivi in redazione



Le prime pagine dei giornali in pdf 22 aprile 2020, rassegna stampa


Loader Loading...
EAD Logo Taking too long?

Reload Reload document
| Open Open in new tab

Scarica Pdf [4.65 MB]


Aria e Tevere inquinati, tre sotto inchiesta, distillerie nei guai

Emissioni fuorilegge delle Distillerie Di Lorenzo a Ponte Valleceppi. Aria e fiume Tevere inquinati. Avviso della conclusione delle indagini preliminari nei confronti di tre persone e della stessa società. Indagati i due amministratori della Distillerie Di Lorenzo e il responsabile tecnico delegato all’ambiente. Pesantissimo è l’atto di accusa della Pm Manuela Comodi che chiude l’indagine dei carabinieri del Noe, guidati dal comandante Francesco Motta.

Gli indagati, secondo quando accertato dai carabinieri, in quattro anni (tra 2015 e il 2019) hanno causato un danno ambientale “immettendo nell’ambiente polveri e concentrazioni di monossido con parametri costantemente superiori ai limiti imposti”.

Non solo “impedivano la regolare attività di vigilanza e controllo ambientale da parte degli organi accertatori, poiché mutavano artificiosamente lo stato dei luoghi attraverso la realizzazione di un sistema bypass occulto tra l’impianto di depurazione ed il pozzetto legale di campionamento”.

E poi ancora “deterioramento delle acque del fiume Tevere, sottoposto a vincolo paesaggistico, attraverso lo scarico delle acque reflue industriali, effettuato mediante il sistema elusivo dei presidi di tutela ambientale imposti dall’Autorità competente. Le predette acque, in particolare, campionate nel sedimento lungo il fiume Tevere in prossimità dell’isoletta a ridosso delle scarico della distilleria, evidenziavano il superamento dei limiti imposti, per i parametri di azoto ammoniacali, di richiesta biochimica di ossigeno, nonché il superamento delle ‘Concentrazioni Soglia di Contaminazione’ per i parametro ‘Rame’ e la presenza di ‘acrilammide’, tipica sostanza presente nei prodotti di flocculazione per depuratori, utilizzabile anche nei processi di separazione di solido dal liquido, compreso il processo di stabilizzazione e disidratazione dei fanghi di depurazione”.

Tra febbraio 2015 e aprile 2019 “causavano odori molesti e quindi una situazione di disturbo oggettivamente percepita dalla popolazione residente” del abitato di Ponte Valleceppi. I due amministratori sono anche accusati (febbraio 2019) di aver “abbandonato in modo incontrollato – fuori dai cassoni per lo stoccaggio degli stessi gli colmi di altri rifiuti speciali della stessa specie – rifiuti speciali pericolosi costituiti da ceneri pesanti”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*