La video rassegna stampa di lunedì aprile 2020, le prime di copertina


⏩ SFOGLIA le prime pagine dei giornali

La video rassegna stampa di lunedì aprile 2020, le prime di copertina


▶ SCROLLA e scarica le prime di copertina


🆕 EURONEWS diretta live stream


🔴 VIDEO del giorno, parroco celebra messa


Morto folgorato a Bastardo, quel cavo in acqua era di media tensione

Le indagini sull’incidente che sabato sera ha provocato la morte di un settantenne a Bastardo, frazione del comune di Giano dell’Umbria, proseguono. I carabinieri della compagnia di Spoleto, coordinati dal capitano Aniello Falco, hanno posto sotto sequestro l’area ed hanno effettuato una serie di rilievi.

L’uomo stava facendo due passi con i suoi tre amici a quattro zampe, lungo una strada costeggiata da un fiumiciattolo. Con lui c’era anche la moglie. Il settantenne ad un certo punto ha visto i suoi cani cadere nel torrente Puglia, affluente del Tevere. Il settantenne per salvare i suoi tre cani si è gettato in acqua. All’interno però c’era un cavo elettrico caduto dai tralicci, che ha provocato la morte immediata dell’uomo di due dei suoi cani, davanti gli occhi della moglie.

Sul posto, oltre ai sanitari del 118 dall’ospedale di Pantalla, insieme ai carabinieri, sono intervenuti anche i vigili del fuoco di Foligno e il Pubblico Ministero della Procura di Spoleto Michela Petrini che ha disposto l’esame autoptico sulla vittima.

Un’indagine è stata avviata, ma al momento al registro degli indagati non risultano nomi. Sono diversi gli interrogativi, tra questi perché quel cavo si trovava lì e chi si sarebbe dovuto occupare della manutenzione della rete elettrica?

Terna la rete elettrica nazionale ieri mattina ha precisato che il cavo in questione non non riguarda l’alta tensione: “Solo per informarvi che purtroppo la tragedia riguarda un conduttore della media tensione del distributore locale, non riguarda l’alta tensione”. 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*