La video rassegna stampa dei giornali in pdf, 13 maggio 2020, mercoledì

 
Chiama o scrivi in redazione



La video rassegna stampa dei giornali in pdf, 13 maggio 2020, mercoledì


Loader Loading...
EAD Logo Taking too long?

Reload Reload document
| Open Open in new tab

Scarica Pdf [3.87 MB]



 




I cani hanno tentato di salvarla, muore a 3 anni la piccola Greta

I suoi cani hanno tentato di salvarla, ma non ci sono riusciti. E’ così la piccola Greta è morta all’età di tre anni, ieri pomeriggio, a Poggiarello, in località Capodacqua di Foligno.

  • Ha seguito i suoi cani

Era uscita a giocare con i suoi tre cani (due Labrador e un cagnolino più piccolo). Li ha seguiti come tante volte ha fatto, quando per cause in corso di accertamento, è finita accidentalmente nelle acque della piscina di ex agriturismo ormai chiuso. I due labrador non l’hanno mai lasciata sola, hanno tentato di salvarla cercando in ogni modo di portarla fuori dall’acqua. Si sono allontanati completamente bagnati solo all’arrivo dei soccorsi.

  • L’allarme

L’allarme è scattato poco dopo le 13. Sul posto due elicotteri, uno dei carabinieri e un altro dei vigili del fuoco. Tre ore di ricerche e di ansia. L’elicottero, intorno alle 16,30 ha avvistato la piccola all’interno della piscina con accanto a lei anche i due Labrador. Il terzo cagnolino, sembra abbia fatto ritorno a casa.

Un carabiniere elicotterista si è tuffato in acqua

Un carabiniere elicotterista si è calato in acqua per cercare di rianimare la bambina. I militari e gli altri soccorritori hanno provato in ogni modo a rianimare la piccola praticando le manovre di soccorso, ma ogni tentativo è stato vano.

Leggi anche: Bambina di tre anni trovata morta in una vasca d’acqua di un agriturismo

  • I soccorsi

Sul posto oltre a i carabinieri della compagnia di Foligno, guidati dal maggiore Alessandro Pericoli Ridolfini e dal comandante del Nucleo Operativo e Radiomobile il tenente Albero Bazzurri, anche la scientifica del Comando Provinciale e altri reparti dell’Arma Perugina. Sono intervenuti, con un vasto spiegamento di uomini e mezzi compresi i cinofili, i vigili del fuoco da Foligno e Gaifana, la polizia, la guardia di finanza, i carabinieri forestali, la polizia locale e il 118. A coordinare le indagini il pm Elisa Iacone che ha disposto l’autopsia. Sul posto anche il medico legale Sergio Scalise Pantuso. Non risulterebbero segni di violenza.

  • Le indagini

Il decesso sarebbe riconducibile ad una morte per annegamento. Saranno le indagini dei carabinieri a chiarire ogni passaggio della tragedia. Nessun ipotesi viene esclusa. Il feretro della piccolina è stato trasferito a Perugia, nell’Istituto di Medicina Legale, dove verrà effettuata l’autopsia.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*