La Verità Ci Rende Liberi: Un Impegno Sociale Senza Compromessi

La Verità Ci Rende Liberi: Un Impegno Sociale Senza Compromessi

«Per me, non c’è spazio per il vittimismo, solo per la verità. Sì, perché è la verità che ci rende liberi, sia come donne che come uomini! Posso essere accusata di molte cose, ma non di aver gestito male il sociale». Sono le parole di Edi Cicchi, assessore per anni al sociale della giunta di Andrea Romizi. «Non lo affermo per presunzione, ma perché ne sono consapevole. Oltre ai numeri, che parlano da soli, il sociale per me è come crescere un figlio. La mia dedizione – scrive in un dispaccio fatto arrivar ein redazione via WhatsApp, per il sociale è massima, come se fosse scritto nel mio DNA. Non ho mai agito sulla base di ideologie politiche o imposizioni dall’alto, che peraltro non ho mai subito, ma sempre per il bene dei cittadini, soprattutto di quelli più bisognosi e fragili.

In questi giorni, ho raccolto molte accuse. Forse è normale, dato che siamo in campagna elettorale. Ma non accetto che mi si accusi di mentire. Questo no. Prendiamo ad esempio il progetto Numero Zero. È innegabile che il Comune di Perugia abbia portato in Giunta più di una delibera a sostegno del progetto, perché meritorio, e che lo stesso sia stato finanziato da Enti e Fondazioni. Questo è avvenuto anche per altri progetti validi, indipendentemente dall’appartenenza politica di chi li presentava, come dovrebbe essere. Perché è nel nostro spirito, perché Perugia è di tutti!

Rifiuto anche l’altra accusa meschina, lasciatemelo dire, di “affamare i poveri”, senza fissa dimora, in riferimento alla chiusura del ricovero dei Rimbocchi. La chiusura è avvenuta con un atto della Protezione Civile, perché la struttura era fatiscente e quindi a tutela delle vite umane! E, in ogni caso, le persone sono state trasferite in via del Favarone, una struttura di alto livello.

Per quanto riguarda la consulta degli immigrati, esiste una delibera di consiglio che la conferma e pensare che si possa solo immaginare di chiudere gli immigrati in un ghetto, mi fa rabbrividire!

Se le mie parole non dovessero bastare, guardate questa tabella che riassume in cifre quanto è stato fatto e quanto abbiamo investito in questi 10 anni, con le percentuali d’incremento. Nella mia vita ho agito sempre pensando agli altri, questa è la mia politica. E l’ho fatto con correttezza, determinazione e passione. Non mi sono mai tirata indietro di fronte a niente, anche quando c’era da combattere contro altre istituzioni, sia in qualità di assessore, sia come Anci Umbria, per salvaguardare il bene degli altri. MAI. E i diritti di tutti li abbiamo sempre tutelati. Come Assessore al Sociale so di aver agito nel migliore dei modi per le persone, con le persone.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*