La Camera taglia i vitalizi. La scure scattera’ all’ inizio del nuovo anno

La Camera taglia i vitalizi. La scure scattera’ all’ inizio del nuovo anno, e colpira’ oltre 1.300 ex parlamentari, gia’ pronti alla battaglia. Sulla delibera, fortemente voluta dal presidente Roberto Fico,


e sostenuta da tutto il Movimento 5 stelle aleggia pero’ il rischio di incostituzionalita’ , tanto piu’ visto che la ‘ sforbiciata’ riguardera’ solo gli ex deputati, mentre il Senato temporeggia e nessuna decisione e’ stata ancora assunta. Ma per i pentastellati oggi e’ il giorno della festa, “un giorno atteso da 60 anni”, afferma Luigi Di Maio. I 5 stelle si radunano davanti Montecitorio, con tanto di champagne e palloncini gialli, alcuni argentati che riprendono l’ hashtag lanciato stamattina dal loro capo politico: “Bye bye vitalizi”. Anche la Lega mostra entusiasmo, ma il piu’ soddisfatto e’ Fico, “ho raggiunto l’ obiettivo”, rivendica. Nessun timore dei ricorsi, “viene sanata un’ ingiustizia”, scandisce il presidente della Camera. Stesso leit motiv di tutti i grillini. Esulta anche Matteo Salvini: “Stop a vecchi e assurdi privilegi”. E in un tweet il premier Giuseppe Conte si dice soddisfatto e parla di “bel segnale per il Paese”.

A favore del taglio ha votato anche il Pd, pur non nascondendo le perplessita’ sulla delibera, definita “debole” e a forte rischio di essere bocciata dalla Suprema Corte. Tanto da far sorgere il sospetto nei dem che sia questo il vero obiettivo dei 5 stelle per poter usare l’ argomento ancora per anni, ipotizza Ettore Rosato. Votano a favore anche i due esponenti di FdI, mentre Forza Italia si astiene e critica pesantemente la delibera: “e’ incostituzionale”, e “sara’ un boomerang per i cittadini italiani, che costera’ alle casse dello Stato centinaia di milioni di euro e che tra qualche mese sara’ solo un ingiallito ricordo”, attacca il portavoce dei gruppi azzurri Giorgio Mule’ Incassato il taglio ai vitalizi, Di Maio annuncia il prossimo step: un intervento sulle pensioni d’ oro, sara’ pronto la prossima settimana.

Guarda anche – I magnifici 7 del vitalizio in Umbria, prime pagine del 2 luglio 2018

E anche Fico guarda gia’ avanti, al lavoro sull’ abolizione delle doppie indennita’ per i deputati che hanno un ulteriore ruolo, come i presidenti di commissione. Agli ex parlamentari, gia’ sul piede di guerra (se la delibera “dovesse essere bocciata in sede giurisdizionale, dopo aver ristorato la Camera con il patrimonio personale, Fico si dimetta da presidente”, e’ la scommessa di maurizio Ronconi), la terza carica dello Stato assicura che non e’ stato compiuto alcun atto “punitivo, ma e’ stata sanata un’ ingiustizia e riparata una ferita nel Paese”.

Il ministro per i Rapporti con il Parlamento, Riccardo Fraccaro, garantisce: “e’ solo l’ inizio”. Per il leghista Roberto Calderoli vanno bene i tagli ai vitalizi, ma “purtroppo quello che si recupera da li’ non e’ sufficiente per risarcire le vittime della legge Fornero”, a cui Di Maio ha dedicato la giornata, “ci vuole ben altro. Facciamo questo poi pensiamo veramente all’ abolizione della legge Fornero che riguarda milioni di persone”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*