La Borsa di Umbria Journal TV del 3 febbraio 2017

L'euro chiude in rialzo sopra 1,07 dollari. La moneta europea passa di mano a 1,0788 dollari, dopo aver piu' volte superato nei giorni scorsi quota 1,08

La Borsa di Umbria Journal TV del 3 febbraio 2017 MILANO – Spinte dai dati sul lavoro in Usa e dalla conseguente tonicità di Wall Street, le Borse europee hanno chiuso tutte sopra la parità. La più debole è Francoforte, che è salita dello 0,2% a 11.651 punti. Milano è stata invece la più solida: il Ftse Mib è cresciuto dell’1,2% a 19.116 punti. Giornata di guadagni anche per Parigi (+0,65% a 4.825 punti), Londra (+0,67% a 7.188 punti) e Madrid (+0,6% a 9.462 punti).

La Borsa di Tokyo termina l’ultima seduta della settimana piatta. L’indice Nikkei segna una variazione dello 0,02% a quota 19.918,20. L’Hang Seng di Hong Kong ha chiuso a -0,24% a quota 23.129,21.

Wall Street dopo l’apertura in rialzo, procede in positivo. Ancora aperta con il Dow Jones avanza dello 0,90% a 20.063,82 punti, lo S&P guadagna lo 0,72% a 2.297,26 punti e il Nasdaq cresce dello 0,47% a 5.662,61 punti.

L’euro chiude in rialzo sopra 1,07 dollari. La moneta europea passa di mano a 1,0788 dollari, dopo aver più volte superato nei giorni scorsi quota 1,08. Il biglietto verde è in calo anche sullo yen a 112,43. Prosegue dunque l’indebolimento del biglietto verde, per l’incertezza sulle future misure economiche del presidente Donald Trump. Euro/yen in calo a 121,30.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*